Belgio

Belgio, A Tutta Birra!

Self Drive

Formula Volo + Soggiorno + Noleggio auto

9 giorni e 8 notti

Quotazioni disponibili da Ottobre 2022 fino a Ottobre 2023

Europa

Belgio

a partire da 1045 €

Cell. 380 461 9335
Tel. 045 834 1329
Email [email protected]

Luca Lestini

Il tuo consulente
Vedi i miei viaggi

(0 voti)

Il Belgio è un paradiso per gli amanti della birra (tradizione che risale al Medioevo): se ne trovano oltre 600 diverse! Esistono ancora 6 tipi di birre trappiste, prodotte dai monaci all'interno dei monasteri secondo regole vecchie di secoli. Andate a scoprirne i segreti…



PROGRAMMA


1° giorno: Italia(volo) Bruxelles - Lovanio - Peer (100 Km)

Italia(volo) Bruxelles - Lovanio - Peer (100 Km).jpg

Partenza dall'Italia con volo per Bruxelles. All'arrivo, ritiro dell'auto a noleggio in aeroporto e partenza in direzione Peer.

Durante il tragitto, sosta per una breve visita della città di Lovanio, ricca di storici palazzi e sede di una prestigiosa università, con magnifiche chiese, originali musei, quartieri caratteristici, parchi immersi nel verde, punti panoramici e birrifici.

Qui hanno sede il colosso internazionale InBev, proprietario di alcuni tra i marchi di birra più famosi al mondo tra cui Stella Artois e Leffe, e tre piccoli birrifici particolarmente consigliati a chi ama atmosfere tradizionali e a chi cerca birre di qualità (Hof Ten Dormaal, De Kroon, De Vlier). Tutti e quattro i birrifici offrono la possibilità di partecipare a una visita guidata dell'impianto e a una degustazione.

Pernottamento a Peer all'hotel De Boskar**** (o similare).

2° giorno: Peer - Achel - Westmalle - Anversa (115 Km)

Peer - Achel - Westmalle - Anversa (115 Km).jpg

Colazione in hotel. Visita del monastero di Sint-Benedictusabdij de Achelse Kluis, dove viene prodotta la famosa birra trappista. Sono possibili visite guidate che si concludono con una degustazione. Da provare anche la loro brasserie.

Proseguite verso Westmalle e fate una sosta alla taverna Cafè Trappisten ai margini dell'abbazia trappista per un altro assaggio di fresca bionda.


Arrivo ad Anversa, dove potrete trascorrere liberamente il resto del pomeriggio.

Famosa tra gli appassionati d'arte e gli operatori del settore dei diamanti, Anversa è il porto principale del Belgio e conserva intatto il suo fascino medievale grazie ai vicoletti acciottolati fiancheggiati da caffè, alla cattedrale di Notre Dame, un imponente edificio gotico visibile da ogni angolo della città, e ai pittoreschi palazzi d'epoca. Da non perdere l'interno della stazione ferroviaria.

Rubens, il maestro del Barocco, all'inizio del XVII secolo visse a lungo ad Anversa e la immortalò in diverse tele.

La città si sviluppa intorno a Grote Markt, la piazza del mercato, su cui si affaccia il Municipio. Non lontano si trovano il quartiere dei diamanti e il Diamantmuseum.

Pernottamento ad Anversa all'hotel Park Inn by Radisson Antwerp Berchem*** (o similare).

3° giorno: Anversa - Gand - Bruges (110 Km)

Anversa - Gand - Bruges (110 Km).jpg

Colazione in hotel. Partenza per Gand e giornata in gran parte dedicata alla visita di questa bellissima città, che vanta un ricco patrimonio architettonico fiammingo, locali alla moda e importanti musei. Edifici medievali ottimamente conservati, romantici canali navigabili e una serie di interessanti musei e gallerie d'arte compongono il centro storico medievale.

Tra le strutture più importanti la cattedrale, il campanile e il castello di Gravensteen. Molto interessante architettonicamente anche il vecchio porto di Graslei e i beghinaggi.

Il centro storico di Gand è l'area pedonale più grande del Belgio e sarà un piacere andare alla scoperta dei suoi palazzi e dei suoi negozietti.

Il Municipio è uno dei più bei palazzi pubblici delle Fiandre e il Museum voor schone Kunsten è il più importante della città e custodisce stupende opere di diversi maestri fiamminghi. Per gli amanti dell'arte contemporanea, invece, da non perdere lo Smak.

Arrivo a Bruges e pernottamento (2 notti) presso l'hotel Boterhuis*** (o similare). 

4° giorno: Bruges

Bruges.jpg

Colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita di una città che non ha certo bisogno di presentazioni.

Chiamata “la Venezia del Bord”, Bruges (o Brugge) è una città meravigliosa attraversata da un dedalo di canali navigabili che si snodano tra affascinanti architetture gotiche.

Capitale delle Fiandre occidentali, è semplicemente fiabesca: il centro storico, inserito dall'Unesco nella lista dei siti Patrimonio dell'umanità, è circondato da un fossato ovale che segue il tracciato delle antiche e ormai scomparse fortificazioni medievali ed è un susseguirsi di pittoresche viuzze acciottolate che collegano piazze incantevoli dominate da chiese storiche e antichi palazzi dal frontone a gradoni.

Il cuore della città è la piazza del mercato, dove svetta il Belfort. Poco più in là troverete il magnifico Tadhuis gotico e la basilica del Sacro Sangue.

Intorno al Minnerwater, il lago dell'Amore, si estende un delizioso e romantico parco che rappresenta la porta d'accesso al beghinaggio.


Potrete vivere al meglio tutto questo attraverso un tour guidato di un ora e mezza tra vicoli e canali incantati.

Appuntamento alle ore 13:00 nel Markt con una guida locale che vi porterà alla scoperta della bellissima basilica del XII secolo e delle statue dorate del palazzo di giustizia, quindi del pittoresco mercato del pesce.

Con la seconda parte del tour salirete a bordo di una battello per vedere Bruges dall'acqua e ammirare le vecchie case commerciali dell'ex porto e del beghinaggio.


Per finire la giornata di visita, niente di meglio di un boccale di schiumante bionda nel birrificio De Halve Maan, l'unico dei 20 originariamente presenti nel centro storico ancora in attività. Questa birra è rinomata sin dal 1564, anche se l'edificio dove oggi viene prodotta risale al 1856.

Questa fabbrica di birra offre una panoramica delle tecniche di produzione contemporanee e vi permetterà di carpire i segreti del malto e del luppolo oltre a deliziarvi con i suoi prodotti, birre torbide triplo malto fermentate per breve tempo.

La visita guidata, della durata di 45 minuti, si concluderà sul tetto della fabbrica, da dove potrete ammirare uno stupendo panorama della città. 

5° giorno: Bruges - Ostenda - Westveleren - Ypres (90 Km)

Bruges - Ostenda - Westveleren - Ypres (90 Km).jpg

Colazione in hotel. Partenza alla volta di Ostenda.

La storia della città è tutta legata al mare, ma curiosamente la sua spiaggia di sabbia, lunga ben 10 km, è in realtà una spiaggia artificiale, creata per contenere l'invasione del mare verso la terra.

Il lungomare è ricco di negozi, bar e ristoranti dove potrete gustare le specialità culinarie locali: la sogliola atlantica e i pomodori ripieni di gamberi. Anche lo street food è a base di pesce, crocchette di gamberi, zuppe piccanti con le lumache, merluzzi essiccati, ostriche.

In passato Ostenda fu la località balneare prediletta dalla borghesia belga, che ha lasciato in eredità alla città sontuosi palazzi.


Si prosegue verso il monastero di Sint-Sixtusabdij van Westvleteren, dove viene prodotta l'omonima birra, considerata una delle migliori birre al mondo. La qualità è certamente altissima, ma a farla diventare così celebre è la sua difficile reperibilità. A differenza di altri monasteri trappisti, infatti, Westveleren produce birra in quantità limitate, quanto basta ad assicurare al monastero introiti sufficienti per le necessità primarie. Ogni cliente può acquistare solo un numero limitato di bottiglie; i venditori che riescono ad acquistare una piccola scorta le rivendono a prezzi da collezionisti: anche € 20 per una bottiglia piccola.


Arrivo a Ypres, dove potrete trascorrere il resto della giornata. Il nome della città è tristemente legato a un solo periodo storico: la Prima Guerra Mondiale. Alcune delle battaglie più cruente furono combattute nel territorio di Ypres, dove persero la vita 300mila soldati alleati, a cui vanno aggiunti 200mila tra civili e soldati tedeschi. La città ricorda questi tragici eventi con una gran quantità di musei, memoriali, cimiteri di guerra, statue, placche commemorative, chiese e una cerimonia giornaliera che si svolge senza interruzioni dal 1928.

La città è stata fedelmente ricostruita dopo la guerra, con scorci caratteristici, rilassanti passeggiate urbane e l'immancabile birrificio, il Kazematten Brouwerij. Fin dalla sua fondazione il birrificio ha sede nel cuore della città all'interno delle storiche mura Kazematten van het Houten Paar: per secoli l'edificio venne usato per scopi militari e fu anche la sede di un quotidiano di guerra britannico. Il birrificio è aperto al pubblico il sabato, con tour guidati che si concludono con una degustazione di tre birre. Su prenotazione è possibile visitarlo anche in altri giorni.

Pernottamento a Ypres presso l'hotel Flanders Lodge*** (o similare).

6° giorno: Ypres - Chimay - Bouillon - Corbion (270 Km)

Ypres - Chimay - Bouillon - Corbion (270 Km).jpg

Colazione in hotel. La tappa, un po' più lunga delle altre, vi porterà alla scoperta di Chimay e delle birre prodotte dai monaci trappisti a Notre-Dame de Scourmont.

Presso l'Espace Chimay, che si trova poco distante dall'abbazia, potrete non solo degustare le birre ma anche effettuare una visita interattiva del birrificio.


Si prosegue alla volta di Bouillon: vicinissima al confine francese, a soli 4 km di distanza, il villaggio è una piccola gemma da scoprire.

Adagiata in un'incantevole scenario naturale, Bouillon segue il fiume Semois, sulle cui acque si riflette l'imponente castello medievale che domina la città dall'alto di una collina. Tra le stanze del castello riposò nientemeno che Goffredo di Buglione prima di partire per le crociate.

Ma la vera attrazione del posto è la sua birra più famosa, la Cuvée de Bouillon. Viene prodotta dalla Brasserie de Bouillon, un microbirrificio particolare in cui la passione per la birra si lega a doppio filo con l'amore per il territorio e la cui storia merita di essere raccontata.

In principio era un negozio di frutta e verdura con un paio di birre in vendita, perlopiù trappiste che ben si sposavano con i formaggi, di proprietà di Nathalie Louis e Jacques Pougin, nati a Bousson e innamorati della loro città. La domanda di birre di qualità aumenta, Nathalie e Jacques si appassionano e decidono di tentare così la Cuvée de Bouisson, una lager da 6,5% speziata, il cui successo spinge la coppia a fare il gran salto e aprire un birrificio di loro proprietà.

Il birrificio Brasserie de Bouillon è aperto tutto l'anno per visite di gruppi di minimo 8 persone (10 se viene richiesto anche il pasto), previa prenotazione. Se non riuscite a visitare il birrificio, potete fare i vostri acquisti birrai al negozio Le Marché de Nathalie in centro città, dove è iniziata questa bella avventura. In vendita troverete più di 300 etichette, comprese alcune birre belghe molto particolari produzione di una loro birra.

Pernottamento a Corbion presso l'hotel Auberge Le Relais*** (o similare).

7° giorno: Corbion - Orval - Bastogne (100 Km)

Corbion - Orval - Bastogne  (100 Km).jpg

Colazione in hotel. Si parte alla volta dell'abbazia di Orval. Tappa obbligata per ogni intenditore di birra, l'abbazia è un luogo suggestivo che piacerà agli amanti di storia, natura e gastronomia. Potrete ammirare rovine antiche, visitare interessanti musei, passeggiare nel verde e gustare le specialità prodotte dai monaci: la birra, ovviamente, ma anche il formaggio.

Potete prolungare la vostra visita con un'escursione nella riserva naturale che si trova nei dintorni del monastero oppure, se preferite un'esperienza gourmet, con un pranzo al ristorante L'Ange Gardien, a soli 200 metri dal monastero, che propone menu a base di birre e formaggi Orval.

Purtroppo non è facile visitare il birrificio Orval, perché viene aperto solo in occasione dell'annuale Open Door Day: nei due giorni di apertura è possibile partecipare a tour guidati della durata di circa un'ora. Le date dei giorni di apertura al pubblico vengono pubblicate di anno in anno.

A differenza del birrificio, il negozio del monastero è aperto tutto l'anno, nei giorni e negli orari di apertura delle rovine del monastero e del museo.

Interessante anche la visita del monastero. Passeggiando tra le rovine antiche, i giardini e il museo, respirerete l'atmosfera d'altri tempi che si gusta in ogni sorso di birra Orval.

Con un unico biglietto d'ingresso avrete accesso alle rovine dell'abbazia medievale, al Museo Monastico, al Museo Farmaceutico, a Les Communs Abrahams e a una presentazione audiovisiva di circa 20 minuti che racconta la storia del monastero e come si svolge ai giorni nostri la vita monastica.


Si prosegue per Bastogne, meta imperdibile per gli appassionati di storia della Seconda Guerra Mondiale e di ciclismo.

La città in un'immagine? La piazza principale del centro con caffetterie e un carrarmato.

Per secoli importante via di passaggio tra Francia e Germania, Bastogne è stata sconvolta nel 1944 dalla sanguinosa battaglia delle Ardenne.

L'altro evento a cui deve la sua fama fortunatamente non ha niente di tragico, anzi è uno dei più attesi appuntamenti sportivi per gli appassionati di ciclismo: la leggendaria gara Liegi-Bastogne-Liegi, una delle più antiche gare ciclistiche al mondo.

Il turismo a Bastogne si basa tutto su storia e ciclismo, con una lunga lista di musei e monumenti commemorativi da un lato e numerosi percorsi ciclabili che attraversano l'ondulata campagna appena fuori dal centro storico dall'altro.

Se volete provare una birra locale cercate nei beer shop e nelle birrerie di Bastogne la Trouffette, una birra prodotta dalla Brasserie de Bastogne.


A soli 20 minuti d'auto da Bastogne, nel paesino di Wibrin, si trova il famoso birrificio belga dello gnomo con il cappello rosso: la Brasserie d'Achouffe, produttrice della birra La Chouffe. Aperto dal 1982, il birrificio organizza visite guidate della durata di un'ora e mezza. Gli orari delle visite cambiano a seconda del periodo.

Pernottamento a Bastogne presso l'hotel Le Merceny Motel*** (o similare).

8° giorno: Bastogne - Rochefort - Dinant (100 Km)

Bastogne - Rochefort - Dinant (100 Km).jpg

Colazione in hotel. Prima meta della giornata è la città della birra di Rochefort, ottima base non solo per degustare la bevanda in deliziosi localini tipici, ma anche per esplorare il fiume Lesse, ricchissimo di attrazioni naturali come grotte, parchi e paludi.

Questa piccola e spesso sottovalutata cittadina è pittoresca, ricca di storia e in più divertente e autoironica. Da più di 30 anni a Rochefort si tiene il Festival internazionale della risata, una settimana di eventi dedicati all'umorismo in tutte le sue forme.

La birra Rochefort, come tutte le birre trappiste, rispetta tre criteri fondamentali: viene prodotta all'interno di un monastero dell'ordine cistercense trappista (abbazia di Notre-Dame di Saint Rémy, a 3 km dal centro di Rochefort), i monaci sono coinvolti nella produzione della birra, i ricavati delle vendite vengono usati per finanziare il monastero e opere di carità. Purtroppo non è possibile visitare il birrificio perché i monaci di questo monastero sono molto severi sull'osservanza delle norme di silenzio e preghiera e per questo motivo non aprono il monastero ai visitatori. Il birrificio viene visto come un mezzo per il sostentamento del monastero e non come un'attività commerciale, e questo spiega l'assenza di un negozio del monastero dove acquistare la birra prodotta dai monaci. Per degustare la birra dovrete accontentarvi dei pub e nei ristoranti della città.


Prossima tappa Dinant e resto della giornata a disposizione per la visita di questa seducente cittadina.

Adagiata sulle rive del fiume Mosella ai piedi di imponenti colline che si ergono quasi verticali, deve la sua fama turistica ad Alphonse Sax, inventore del sassofono, e alla birra Leffe, una delle birre d'abbazia più famose in tutto il mondo. Il primo viene ricordato da giganteschi sassofoni sparsi per la città, da un museo interattivo e da un paio di statue in bronzo; i cultori della birra potranno invece visitare la Maison Leffe in un antico monastero e gustare tutti i tipi di Leffe che vengono oggi prodotti.

È possibile praticare tante altre attività: una gita sul fiume in barca o in kayak, la visita a grotte naturali situate appena fuori dal centro cittadino, la salita alla Cittadella arroccata in cima alla collina che domina la città.

Pernottamento presso l'hotel Ibis Dinant Center*** (o similare).

9° giorno: Dinant - Namur - Bruxelles (95 Km) / Bruxelles (volo) Italia

Dinant - Namur - Bruxelles (95 Km) / Bruxelles (volo) Italia.jpg

Colazione in hotel. Ultimo giorno di questo viaggio che vi ha portato alla scoperta dei più importanti birrifici d'abbazia del Belgio.

Si fa tappa a Namur, ricca di storia e fascino, collocata alla confluenza dei fiumi Mosa e Sambre. Dominato da una poderosa fortezza, il pittoresco centro cittadino conserva tesori architettonici del passato e interessanti musei per tutti i gusti.

E dopo un bel giro tra le caratteristiche vie ciottolate potete fare una sosta in una delle tante caffetterie con tavolini all'aperto oppure curiosare nei negozi di libri antiquariato.

Trasferimento all'aeroporto e riconsegna dell'auto in tempo utile per il volo di rientro.


APPUNTI DI VIAGGIO



Il periodo migliore per visitare il Belgio va da maggio a settembre, e nei periodi di Natale e Carnevale.


Anche se molto piccolo, il paese, che si divide in 3 regioni (la regione di Bruxelles, le Fiandre e la Vallonia), vanta splendide città storiche, paesaggi mozzafiato e luoghi storici.

Il paese si divide anche dal punto di viste linguistico: l'olandese è parlato da circa il 60% della popolazione, specialmente nelle Fiandre, mentre il francese è la lingua ufficiale della Vallonia e corrisponde al restante 40%.


La bandiera del Belgio, adottata il 30 settembre 1830, è basata sulla bandiera francese, mentre i colori sono quelli del Ducato di Brabante.



LA QUOTA INCLUDE



  • volo a/r con bagaglio da stiva
  • tasse aeroportuali (l'importo può variare fino all'emissione dei biglietti)
  • 8 pernottamenti con prima colazione
  • noleggio auto Peugeot 108 (o similare) con chilometraggio illimitato
  • minitour di Bruges con guida locale (parlante francese)
  • assicurazione medico-bagaglio e annullamento


LA QUOTA NON INCLUDE



  • tasse di soggiorno da pagare in loco
  • carburante, pedaggi, parcheggi
  • tutto quanto non espressamente indicato in “La quota include”


Costi



Quote per persona in camera doppia da € 1045

volo + 8 pernottamenti con colazione + noleggio auto + minitour + assicurazione


Vuoi ricevere tutte le nostre offerte?
Iscriviti alla newsletter

Privacy

74 srl - P.IVA 04136790237 - [email protected]
Autorizzazione Agenzia Viaggi n. 4167 Provincia di Verona
Polizza RC Allianz Global Assistance n. 196646