Canarie

Canarie Segrete

Viaggi esperienziali

Formula Tour + Soggiorno mare

7 giorni e 6 notti

Quotazioni disponibili da Gennaio 2024 fino a Dicembre 2024

Spagna

Canarie

a partire da 1700 €

Cell. 3714733107
Tel. 045 8341329
Email [email protected]

Enrico Gelain

Il tuo consulente
Vedi i miei viaggi

(13 voti)

Le isole Canarie: decine di microclimi diversi, dal deserto di sabbia o roccioso alla foresta lussureggiante di felci giganti, fino al vulcano più alto d’Europa, che raggiunge i 3718 metri. Una moltitudine di monumenti e altari rupestri aborigeni e ancora più luoghi misteriosi, teatro di apparizioni di esseri di luce e di ufo, tutti da scoprire!


PROGRAMMA


1° giorno: Tenerife: Le Piramidi Del Sole

Tenerife: Le Piramidi Del Sole.jpg

I Guanches, antica popolazione misteriosa di queste isole, edificarono numerosissimi templi a grotta e a gradoni in onore di Madre Terra e del dio Sole sparsi in tutto l’arcipelago. Andrete a vedere uno dei monumenti più grandi che questa civiltà ci ha lasciato, un complesso di piramidi interconnesse da ampi terrazzamenti collinari, allineati ai due solstizi annuali.

Oggi scoprirete anche il collegamento tra le isole Canarie, l’Egitto e le piramidi del Sudamerica, grazie al museo di Thor Heyerdahl, il ricercatore e avventuriero che ha scoperto queste piramidi, studiate e conservate all’interno dell’area del museo, individuando una più che concreta possibilità che gli Egizi siano stati in grado di raggiungere il Sudamerica passando attraverso le isole Canarie.

2° giorno: Tenerife: Il Vulcano Più Alto D'europa

Tenerife: Il Vulcano Più Alto D'europa.jpg

Il Teide è la cima più alta della Spagna, nonché quella che da sola ha sollevato e generato l’intera isola di Tenerife. Già a suo tempo un’esplosione antichissima fece crollare la cima originaria, probabilmente alta intorno ai 4500 e più metri, creando una caldera circolare larga 26 km alla quota di 2200 m sul livello del mare. Continuando le eruzioni si creò di nuovo un’altra cima dall’interno della caldera, che oggi tocca i 3700 m e che è facilmente visitabile grazie a una funivia.

Come prima tappa andrete a trovare e ad abbracciare un albero millenario che è cresciuto tra i pendii che portano alla sua cima, di una tipologia presente solamente alle Canarie, dalla singolare proprietà di essere addirittura ignifugo, dunque in grado di sopravvivere anche agli incendi più forti.

Poi visiterete a piedi la caldera in alcuni suoi punti di roccia e di lava più suggestivi, percorrendo un sentiero ad anello (circa 1 ora e mezza) che circumnaviga i suggestivi pinnacoli alla base del Teide, svoltando anche intorno a un incredibile fiume di lava nera pietrificato. È anche possibile vedere alcune delle enormi pietre tondeggianti che il Teide ha sputato durante una delle sue eruzioni, lanciandole a chissà quanti metri d’altezza prima di farle ricadere giù. Il sentiero è di facile percorrenza, e potrete sostare per una meditazione nei punti più suggestivi della camminata.

Sempre all’interno della caldera, scoprirete il facile ma fortissimo sentiero dell’Ossidiana. L’ossidiana del Teide, tagliente, nera e lucida, vi aiuterà a rielaborare le vostre paure più profonde.

Al termine del sentiero ci sarà ad attendervi il Cedro Millenario, un fortissimo albero capace di sopravvivere alle gelate più fredde e alle giornate più cocenti dei 2400 m dove si trova, così da chiudere nella saggezza questa giornata iniziata e conclusa all’insegna dei patriarchi verdi di quest’isola.

3° giorno: Tenerife: La Foresta Dei Lauri

Tenerife: La Foresta Dei Lauri.jpg

L’intera punta a nord dell’isola, esposta ai venti umidi dell’Atlantico, è lievemente più fresca della costa sud ma molto umida. Il clima ha reso favorevole la sopravvivenza dell’enorme foresta dei Lauri, che presenta tra la sua fauna un vero gioiello fossile vivente: le felci giganti, con foglie lunghe anche 2 metri.

L’intera zona presenta creste rocciose molto frastagliate, che creano numerosi barrancos, gole difficilmente accessibili che fino agli anni Settanta del secolo scorso non avevano neanche una strada percorribile. Qui si trovano stupende scogliere, selvagge e soggette a mareggiate continue.

Nel pomeriggio potrete decidere se vedere la spiaggia più selvaggia dell’isola, una meravigliosa spiaggia nera con punte rocciose emergenti dalle acque, oppure se proseguire l’esplorazione della foresta in un’area ignota ai turisti ricca di alberi centenari, di cui uno anche millenario, e farvi raccontare da loro le singolari storie di saggezza che custodiscono e condividono soltanto a chi le sa sentire.

4° giorno: Tenerife: Il Colonialismo Massonico

Tenerife: Il Colonialismo Massonico.jpg

Essendo le isole Canarie una porta d’accesso obbligata da attraversare lungo la rotta verso le Americhe durante il Rinascimento e il periodo coloniale, la Massoneria ha pensato bene di costruire qui una delle sue basi più importanti, in modo da influenzare positivamente e con più efficacia le allora nascenti civiltà del Nuovo Mondo. Questo tempio di importanza storica, fondato nel 1899, abbandonato durante la dittatura e in corso di restauro con anche i contributi dei Beni Culturali, sarà visitabile tra qualche anno. L’edificio possiede tra l’altro, nei sotterranei, una camera delle riflessioni, scavata all’interno di un tunnel vulcanico naturale. Nella visita saranno anche inclusi diversi pannelli esplicativi di ogni simbolo esoterico che vedrete all’interno del tempio, la maggior parte di essi (e questo vale anche per l’architettura stessa dell’edificio) di profonda ispirazione egiziana.

Successivamente andrete a vedere un giardino massonico, costruito come giardino simbolico e ultima dimora di un massone dell’isola. Lussureggiante, maestoso e con vista sul mare da un’altura di una delle cittadine coloniali più belle dell’isola, è curato fin nell’ultimo dettaglio, con cascatelle, grotte, cancelli simbolici, numerosi livelli e geometrie dal significato occulto e metafisico.

Nella prima tappa del giorno vedrete anche il museo della Natura e dell’Uomo, di ben quattro piani, che spiega meravigliosamente la formazione geologica dell’arcipelago, i cristalli, la fauna e la flora antichi e attuali nonché tutta la storia dei Guanches in ogni minimo aspetto: le loro origini, le tecniche di sopravvivenza dell’età del bronzo, le loro abitazioni e costruzioni, gli usi e i costumi delle diverse tribù sparse nell’arcipelago e i loro culti ancestrali. Quello che più colpisce, però, sono l’esposizione e le tecniche di preparazione dei reperti più preziosi che siano mai stati trovati alle Canarie: le mummie Guanches.

Naturalmente vi prenderete anche il tempo di visitare il centro storico di entrambe le cittadine, godendo del clima primaverile e dei numerosi palazzi storici all’ombra della lussureggiante vegetazione tropicale che circonda questi centri cittadini.

5° giorno: Tenerife: Itinerario Aborigeno

Tenerife: Itinerario Aborigeno.jpg

Per prima cosa andrete a visitare un paesino che assomiglia a Macchu Picchu: è un piccolo paesino in pietra costruito sopraelevato su terrazzamenti in pendenza al centro di una gola, in una situazione naturalistica, panoramica e ambientale molto simile alla peruviana Macchu Picchu.

La strada che la raggiunge è molto tortuosa e si arrampica sui costoni di queste cime rocciose ricoperte di prati verdi e palme: ogni curva si apre su un panorama diverso. L’unico vecchio sentiero di comunicazione che esisteva un tempo, con 3 ore di trekking in discesa dal paese, portava fino al mare lungo il fondo del barranco, seguendo il torrente. Queste pareti di roccia altissime sfociano su scogliere altissime che fronteggiano l’oceano Atlantico, un punto naturalistico di enorme suggestione.


Come seconda tappa incontrerete un tagoro: la sacra capanna del consiglio aborigena. Anch’esso è costruito in cima a una parete rocciosa altissima sul mare, e attraverserete una magnifica foresta di erica gigante e un piccolo deserto di sabbie rocciose a piedi per raggiungerlo. Troverete quello che per loro era uno dei monumenti sacri più importante di questa civiltà, utilizzato per le riunioni del consiglio dei villaggi, per le decisioni comuni, i tribunali, gli insegnamenti sacri e per il contatto con i saggi antenati del passato, le vere e uniche guide spirituali di questo popolo dopo gli sciamani e i nobili consiglieri del villaggio.

Al ritorno vedrete l’Almogarén: un altare rupestre aborigeno. È in cima alle pareti di roccia del paesino della prima tappa che il popolo Guanches ha costruito l’Almogarén più suggestivo di tutta l’isola: strani simboli o glifi incisi nella roccia con vista su queste gole e sulla vastità dell’oceano 1000 m più in basso, un altare perfetto dove marcare le direttive del sole durante i solstizi e gli equinozi e dove concludere l’anno, tracciando gli auspici per l’anno futuro grazie alla posizione delle nuvole, degli uccelli e di altri fenomeni naturali nel momento sacro del solstizio.

6° giorno: Tenerife: Le Nascoste Piramidi Del Nord

Tenerife: Le Nascoste Piramidi Del Nord.jpg

Oggi andrete nel lussureggiante versante nord dell’isola, dove gli aborigeni sono sbarcati per la prima volta nel 500 a.C. Luogo sacro per eccellenza ai loro antenati, è ricco di piramidi nascoste tra i bananeti e le altre piantagioni di frutta tropicale. Ne vedrete alcune tra le migliori, meditando assieme a loro.

Andrete anche a vedere il Drago Millenario, una specie di pianta della famiglia delle Agave. Pianta sacra ai Guanches, essi ne tagliavano la corteccia per raccogliere il sangue di drago, una resina rossa dalle proprietà magiche e taumaturgiche. Questo esemplare raggiunge i 1300 anni e ha un’energia formidabile.

Se rimane ancora un po’ di tempo, potete visitare Il Mondo Aborigeno, un piccolo e magnifico museo, poco espositivo ma molto interattivo, che riproduce in scala reale lo stile di vita di questo popolo nelle sue varie manifestazioni quotidiane, come la vita domestica, la pastorizia e le riunioni del consiglio con i faycanes, i loro sacerdoti/sciamani, all’interno dei Tagoro. Potrete apprendere l’essenza della vita e delle loro credenze.

7° giorno: Tenerife: I Borghi Coloniali

Tenerife: I Borghi Coloniali.jpg

Il primo borgo coloniale che visiterete è stato la prima capitale storica dell’isola, con ben due palazzi nobiliari in stile classico canario visitabili all’interno, uno completamente in pietra lavica nera e l’altro in pietra lavica rossa.

Il secondo, sulla costa nord, è stato il maggior porto dell’isola fino al 1700 circa, quando una colata lavica l’ha distrutto per quasi tre quarti della sua superficie. Sono rimasti il portale d’ingresso della città, immerso in un bellissimo giardino tropicale, la piazza canaria, il castello difensivo e le piscine naturali di lava di fronte al porto.

Il porto principale dell’isola è stato poi spostato nel terzo borgo coloniale che vedrete, sempre nella costa nord, ancora ricco di edifici storici canari, con i loro caratteristici balconi in legno di pino canario, ma anche ricco di vita serale e notturna turistica contemporanea.

Nel quarto borgo, incastonato al centro di una grande vallata molto fertile, è possibile visitare interamente uno di questi edifici storici e nobiliari canari, con ancora tutto il mobilio dell’epoca, oltre a una grande villa massonica parzialmente visitabile con annesso giardino simbolico e cenotafio del proprietario storico che l’ha fatta costruire.

L’ultimo borgo della costa nord è quello in cui si trova, a nostro parere, una delle più belle piazze canarie tipiche di queste isole, ricco di vegetazione lussureggiante e alberi esotici centenari. Qui è possibile assaggiare tutti i prodotti tipici locali di questo angolo molto fertile dell’isola, come marmellate, vini, liquori e formaggi dai gusti inusuali: gusti al platano, latte di capra, cactus, gofio, caramello e sangue di drago, la linfa di un albero tipico dell’isola, inusualmente rossa.

Il borgo storico della costa sud è invece la sede della grande basilica dedicata alla figura sacra protettrice di tutto l’arcipelago canario, dalle misteriose origini pre-cristiane nonostante sia una Madonna nera cattolica. Di fronte alla basilica troviamo, a conclusione della piazza con vista sul mare, una serie di statue dedicate ai più famosi capi tribù Guanches che hanno fatto la storia dell’isola.

Ultimo ma non ultimo, è possibile visitare il centro storico della capitale Santa Cruz, anch’esso con edifici storici coloniali e rinascimentali, il mercato in stile suk marocchino, chiesette e molte piazze canarie immerse nella esotica vegetazione lussureggiante, attorniate dall’architettura contemporanea del famoso teatro sul mare costruito dall’architetto Calatrava, le piscine in stile Manrique sul lungomare davanti al teatro, il palazzo dell’arte e il Palmetum, un giardino botanico con più di un centinaio di tipologie di palme diverse.


DESCRIZIONE STRUTTURA



Struttura selezionabile a preferenza personale.



APPUNTI DI VIAGGIO



Le piccole isole delle Canarie, nell’oceano Atlantico al largo delle coste marocchine, sono luoghi di energia. Luoghi che vibrano e palpitano grazie alle energie di Fuoco dei suoi vulcani, alla natura sorprendente e a tratti rigogliosissima risalente a epoche perse nel tempo. 

Luoghi dai cieli tersi e stellati come non mai, dai tramonti spettacolari e dal clima gradevolissimo. Un’isola con un passato poco conosciuto e ancora ricco di mistero. La civiltà che qui ha vissuto prima della colonizzazione europea ha edificato monumenti enigmatici di cui andremo alla scoperta. E di questa civiltà andremo a conoscere i culti, i riti, le tradizioni

Sarà un viaggio a ritmo pacato per poter godere appieno dei panorami mozzafiato dell’isola, per poter camminare, godere del sole e dei cieli notturni, per sentire le energie dei posti che toccherete via via. Un viaggio per immergervi nella vitalità di quest’isola felice, ma anche fatto per entrare in voi stessi, per percepire il vostro cuore e la vostra essenza interiore, per ritrovare la vostra integrità e l’armonia con il Tutto.

Un viaggio adatto a chi ama la natura, le antiche civiltà, a chi è sul percorso spirituale, a chi si occupa di energie sottili, a chi vuole accostarsi a un luogo dell’anima…


Come funzionano?

L’itinerario lo deciderai liberamente tu a tuo piacimento e gusto, grazie al supporto della nostra ventennale esperienza e delle nostre conoscenze archeologiche e spirituali degli antichi culti. Ti sapremo infatti:

  1. consigliare i luoghi più adatti alle tematiche spirituali che desideri approfondire;
  2. costruire un itinerario adatto a te, sia per le tematiche da affrontare che anche per la logistica di viaggio (mappe stradali e distanze, tempistiche, alloggi, pasti…), adattandola alle tue esigenze (gruppi, coppie, singoli, in fascia economica, media o alta di prezzo);
  3. condurre nei meandri culturali, spirituali, energetici e misterici delle Canarie.


Come operiamo nei luoghi di energia?

Attraverso di noi questi templi sacri vi si dischiuderanno davanti non solo come un libro aperto, ma come veri e propri esseri senzienti con cui è possibile parlare, scambiare, interagire. Questi sono infatti luoghi della memoria, luoghi dove l’uomo antico viveva la sua spiritualità e la sua connessione completa con la natura e il cosmo.

È per questo che abbiamo deciso di dedicare la nostra vita a scoprire le ricchezze spirituali dei luoghi di energia di tutto il pianeta. Questi itinerari sono infatti il frutto delle nostre lunghe e personali ricerche di archeologia psichica, ricerca ideata da Arianna Mendo nel 2007 e portata avanti da lei ed Enrico Gelain utilizzando fonti di indagine archeologica, approfondite ricerche sulla scienza del sacro e del religioso di queste popolazioni, ma portata avanti soprattutto con tante tecniche energetiche come la radiestesia, le regressioni, varie meditazioni e canalizzazioni per supplire alla scarsità di indizi archeologici che spesso non sono in grado di dirci nulla sulle conoscenze, sulla filosofia, sulle religioni, sulla spiritualità e sui rituali di questi antichi popoli.

Il nostro obiettivo è dunque quello di condurvi a conoscere il genius loci, cioè l’anima dei luoghi, con cui voi potrete interagire liberamente attraverso gli itinerari, gli esercizi energetici, le frequenti meditazioni e i rituali che vi proporremo.


Che cosa si può vedere?

Tanta natura, cultura, tanti misteri e tanta energia sia dai potentissimi luoghi naturali diversissimi tra loro che dai monumenti, altari rupestri, luoghi sciamanici e sacri lasciatici dagli antichi aborigeni di quest’arcipelago.

Di seguito puoi sfogliare un esempio di itinerario personalizzabile sull’isola di Tenerife.



LA QUOTA INCLUDE



  • 3 esperienze olistiche di una giornata intera nei luoghi di energia dell’isola
  • volo andata e ritorno da Bologna, Treviso, Pisa, Bergamo o Malpensa
  • pernottamento in 4*
  • noleggio auto per tutto il periodo
  • assicurazione medico-bagaglio e annullamento


LA QUOTA NON INCLUDE



  • pasti
  • tutto quanto non espressamente indicato in “La quota include”


Costi



Viaggio olistico personalizzato individuale, di coppia o di gruppo, con meditazioni.

Potete decidere cosa includere nel pacchetto (voli, hotel, auto a noleggio, assicurazione, singole giornate o mezze giornate di attività olistiche) e cosa invece prenotare autonomamente per conto vostro da casa o in loco.

Esempio di prezzi (da confermare in base ai servizi scelti e al periodo):

  • Quota per persona in 3* stelle tutto incluso: € 1.700
  • Quota per persona in 4* stelle tutto incluso: € 1.850
  • Quota per persona in 5* stelle tutto incluso: € 1.950

Newsletter subscription

Our monthly newsletter with a selection of the best posts

74 srl - P.IVA 04136790237 - [email protected]
Autorizzazione Agenzia Viaggi n. 4167 Provincia di Verona
Polizza RC Allianz Global Assistance n. 196646