Germania

Germania: In Alta Baviera Tra I Castelli Di Re Ludwig

Self Drive

Formula Solo Soggiorno

9 giorni e 8 notti

Quotazioni disponibili da Ottobre 2022 fino a Ottobre 2023

Europa

Germania

a partire da 1060 €

Cell. 380 461 9335
Tel. 045 834 1329
Email [email protected]

Luca Lestini

Il tuo consulente
Vedi i miei viaggi

(0 voti)

Viaggio alla scoperta di una delle regioni più affascinanti della Germania, luogo natale di Ludwig II di Wittelsbach (1845-1886), del quale ripercorrerete la vita.


PROGRAMMA


1° giorno: Arrivo A Garmisch-partenkirchen

Arrivo A Garmisch-partenkirchen.jpg

Partenza per Garmish. Lungo il tragitto, se provenite dall'Italia via Innsbruch, si consiglia di fermarsi a Mittenwald, piccolo e grazioso villaggio alpino rinomato per le sue belle case affrescate che si trova ai piedi dei monti del Karwendel e a pochi chilometri da Garmisch e dal confine con l'Austria.


Arrivo libero a Garmisch. Resto della giornata a disposizione per visitare questa cittadina, che si distingue da sempre per la sua mondanità.

Da percorrere le principali vie del centro, caratterizzate da una ricca di serie di case affrescate.


Pernottamento (2 notti) a Grainau (frazione di Garmisch) presso l'hotel Am Badersee**** (o similare).

L'ospitalità è una tradizione dell'hotel Am Badersee da oltre 170. Molti artisti e poeti hanno soggiornato in questo luogo, lasciando il loro segno anche nei libri degli ospiti. Lo stesso re Ludwig II fu ospite qui con sua madre Maria di Baviera. Il re fece apporre una statua di una sirena nelle acque del lago, che gli ospiti dell'hotel possono ancora vedere con una gita in barca.

2° giorno: Garmisch-partenkirchen

Garmisch-partenkirchen.jpg

Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita dei dintorni di Garmish.

Si consiglia il giro del pittoresco lago di Eibsee, già meta di vacanze di Ludwig II.

Un ampio sentiero, percorribile da ciclisti e pedoni, circonda il lago e offre numerosi luoghi per soffermarsi e godersi il panorama.

Dal lago parte la funivia che porta allo Zugspitze, che con i suoi 2962 metri è la più alta montagna tedesca. In cima vi accoglieranno la terrazza panoramica, l'osservatorio meteorologico e il ristorante-birreria più ad alta quota della Germania.


In alternativa, si consiglia la visita della Königshaus am Schachen, la dimora che re Ludwig II fece costruire ai piedi del massiccio del Wetterstein a 1866 m di altitudine. La casa doveva servire al re per godere dell'alta montagna con ogni comfort.

Ludwig II festeggiò il suo compleanno e onomastico qui ogni anno il 25 agosto.

La casa reale e il ristorante nei pressi sono raggiungibili solo a piedi su sentieri escursionistici (tempo di percorrenza salita e discesa 6-7 ore!).

3° giorno: Garmish-partenkirchen - Füssen (80 Km)

Garmish-partenkirchen - Füssen (80 Km).jpg

Prima colazione in hotel e partenza per Füssen. Lungo il tragitto, fate una sosta all'abbazia benedettina di Ettal, fondata nel 1330 dall'imperatore Ludwig IV, oggi sede anche di un prestigioso liceo, sempre diretto dai benedettini, che accoglie circa 450 alunni.

Nel negozio annesso al complesso abbaziale si possono acquistare la birra bionda e quella scura, riunite sotto il marchio Ettaler Klosterbiere, e diversi tipi di liquori, prodotti seguendo l'originale ricetta dei monaci.


Una deviazione di pochi chilometri vi porterà alla cittadina di Oberammergau, una delle attrazioni cartolina della Baviera che deve la sua fama alle case affrescate, agli intagliatori e alla rappresentazione della Passione di Cristo.


Prossima tappa il castello di Linderhof, la dimora prediletta di Ludwig II, il castello dove visse più a lungo.

La storia di Linderhof risale al Quattrocento. Re Massimiliano II lo trasformò nell'Ottocento in un padiglione di caccia e nel 1869 il figlio Ludwig II acquistò il terreno circostante con l'intenzione di costruire una villa reale. Il progetto di Ludwig non prevedeva la realizzazione di un palazzo sontuoso e di rappresentanza, bensì di un rifugio per se stesso ispirato al Petit Trianon di Versailles, a sua volta rifugio e luogo destinato agli svaghi e divertimenti della regina Maria Antonietta.

Ogni anno, la sera del 25 agosto, la König Ludwig Nacht festeggia il compleanno del re con un concerto all'aperto e a seguire l'illuminazione del parco e visite guidate a tema.


Raggiungete infine Füssen per il pernottamento (2 notti) presso l'hotel Sonne**** (o similare).

Nella recente ristrutturazione dell'hotel Sonne si è cercato ispirazione in Ludwig II, seguendo la sua passione per i dettagli, combinando tradizione ed evoluzione tecnologica, per creare stanze a tema, tra cui anche quella a lui dedicata, in cui il cliente possa sognare.

4° giorno: Füssen

Füssen.jpg

Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita di altri due castelli legati al re Ludwig II.

Hohenschwangau non è propriamente uno dei “castelli di Ludwig”, perché non fu fatto costruire da Ludwig II, ma ebbe un ruolo determinante nella vita del sovrano bavarese, che qui trascorse buona parte della giovinezza e sempre qui ospitò l'amico Richard Wagner.

È molto probabile che l'atmosfera romantica di Hohenschwangau abbia influenzato in modo determinante il carattere sensibile e sognatore del sovrano.


Neuschwanstein è uno dei simboli della Baviera nel mondo. È il castello delle favole per eccellenza, fatto costruire da Ludwig II a partire dal 1869 su progetto dello scenografo Christian Jank. L'idea di edificarlo sullo stile delle antiche residenze feudali tedesche venne al monarca dopo essere rimasto quasi folgorato da una visita alla fortezza medievale di Wartburg in Turingia.

Walt Disney, rimastone affascinato, prese Neuschwanstein come modello per il castello del suo celebre film d'animazione La bella addormentata nel bosco (1959). Questa dimora è anche presente in tutti i parchi Disney del mondo.

Le sale interne, riccamente arredate, sono un omaggio al genio musicale di Richard Wagner, un inno al romanticismo e alle antiche leggende germaniche.


Dopo tanta cultura potrebbe essere un'ottima idea un bel giro in bicicletta del lago Forggensee, oppure una romantica gita in barca (le navi passeggeri partono dal porto di Füssen).

5° giorno: Fussen - Bernried (100 Km)

Fussen - Bernried (100 Km).jpg

Prima colazione in hotel e partenza verso Bernried am Starnberg, facendo qualche sosta lungo il tragitto, per visitare alcuni pittoreschi paesini.

Prima sosta alla Wieskirche, importante santuario la cui origine risale al 1730, anno in cui due monaci realizzarono, in occasione della processione del Venerdì Santo, una statua in legno raffigurante Cristo flagellato usando parti di diverse figure lignee e ricoprendone le giunture con tessuto di lino.

Nella Wieskirche regna incontrastato il rococò, e l'aspetto interno della chiesa è un insieme armonioso di ricchi stucchi.

Ogni anno 1 milione di persone si reca a venerare la statua del “Cristo flagellato”, custodita nell'altare maggiore, e la chiesa è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell'umanità.


Tappa successiva Murnau. La cittadina, che si affaccia sullo Staffelsee, è un rinomato luogo di villeggiatura e un importante polo di attrazione per gli amanti dell'arte e della pittura.

Oltre al centro storico, abbellito da deliziose case in perfetto stile bavarese, l'attrazione principale è la Münter-Haus. In questa casa, chiamata anche “Russenhaus” (casa russa), il celebre pittore russo Wassily Kandinsky e la sua compagna Gabriele Münter, anch'essa apprezzata pittrice, trascorsero i mesi estivi dal 1909 al 1914. E proprio qui nacque il famoso movimento pittorico del Cavaliere azzurro.


Proseguite verso il lago Starnbergsee, dove potrete trascorrere il resto della giornata esplorando le sue rive.

Raggiungete infine Bernried per il pernottamento presso l'hotel Seeblick (o similare).

L'hotel Seeblick è stato costruito nel 1891 e da allora è stato utilizzato come locanda o hotel. Da oltre 90 anni, la quarta generazione della famiglia Lütjohann lo gestisce in un'atmosfera familiare.

6° giorno: Bernried - Monaco Di Baviera (60 Km)

Bernried - Monaco Di Baviera (60 Km).jpg

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita del lago di Starnberg.

Andate a Feldafing, da cui si può raggiungere con una breve camminata il molo da cui partono i battelli per la Roseninsel, unica isola del lago. Vi è presente un piccolo villino appartenuto a Ludwig II, dove era solito trascorrere le vacanze estive.

Solo alcuni ospiti selezionati potevano accedere sulla romantica isola, come la zarina Maria Alexandrowna, Richard Wagner e, naturalmente, l'imperatrice Elisabetta d'Austria.


Proseguite verso Berg, ricordata tristemente come il luogo dove Ludwig fu trovato annegato in circostanze misteriose insieme al suo medico. La residenza dove il re trascorse gli ultimi giorni della sua vita è ancora abitata dagli eredi del casato di Wittelsbach.

È possibile fare una piacevole traversata del lago con i battelli che partono direttamente dalla cittadina.


Resto della giornata a disposizione, prima dell'arrivo a Monaco di Baviera per il pernottamento (3 notti) presso l'hotel Obermaier****  (o similare).

L'hotel Obermaier è ospitato in un edificio costruito più di 700 anni fa. Nel 1859 risiedeva qui il famoso poeta Wilhelm Busch. Nel corso dei secoli l'ex masseria si è trasformata in un romantico hotel con ristorante e birreria all'aperto. Dal 1863 il famoso edificio storico è a conduzione familiare, oggi è gestito come hotel tradizionale dalla famiglia Obermaier alla quinta generazione.

7° giorno: Monaco Di Baviera

Monaco Di Baviera.jpg

Prima colazione in hotel.  Giornata dedicata alla visita della capitale della Baviera, terza città tedesca per abitanti, importante centro turistico e congressuale che ospita prestigiosi musei: basti citare il Deutsches Museum, il più grande museo della scienza e della tecnica al mondo, e la Pinakothek der Moderne, la più prestigiosa collezione d'arte moderna e contemporanea della Germania.

Il motore economico non è solo il settore della cultura: qui hanno sede la Siemens, le assicurazioni Allianz, la Munich Re, l'Ufficio Brevetti dell'Unione Europea, la BMW, gli studi televisivi-cinematografici della Bavaria Film.

È una città molto curata, ordinata, per tutti i gusti: qui si mescolano insieme tradizione e modernità, attaccamento alla propria secolare storia ma anche un attento sguardo rivolto al futuro.

Per proseguire la vacanza sulle orme di Ludwig II si consiglia la visita della Residenz, uno dei palazzi reali più grandi d'Europa, abitato dai Wittelsbach fino al 1918, anno della caduta della monarchia. Nella Hofkapelle venne esposto nel giugno del 1886 il corpo di Ludwig II dopo essere stato rinvenuto senza vita nelle acque del lago di Starnberg.

8° giorno: Monaco Di Baviera

Monaco Di Baviera.jpg

Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita libera di Monaco di Baviera.

Per proseguire la vacanza sulle orme di Ludwig II si consiglia la visita del castello di Nymphenburg, una delle principali residenze estive dei Wittelsbach.

Tra i diversi saloni aperti al pubblico, due sono da segnalare per l'importanza storica e artistica.

La prima è la Festsal, la grande sala delle feste affrescata in tema mitologico. Qui nel 1845 è stato battezzato il re delle favole Ludwig II, mentre nel 1762 Mozart si esibì all'età di sei anni davanti al principe elettore Max Joseph III. Si trattava del suo primo viaggio ufficiale fuori dall'Austria.

La seconda sala è la camera da letto verde dove è nato il 25 agosto 1845 Ludwig II.

All'interno del castello è ospitato il Marstallmuseum, che custodisce una ricca collezione di carrozze usate dalla famiglia reale (straordinarie le carrozze e le slitte di re Ludwig II). Nel museo è custodita anche una collezione di 25 dipinti raffiguranti i cavalli più amati da Ludwig, come il morello “Ralph”, un cavallo a tal punto ben ammaestrato che si diceva mangiasse servito a tavola come una persona.

9° giorno: Partenza Da Monaco Di Baviera

Partenza Da Monaco Di Baviera.jpg

Prima colazione in hotel e partenza per il rientro.


DESCRIZIONE STRUTTURA



L'itinerario si snoda sulle tracce del re Ludwig II, anche per quanto riguarda i pernottamenti: soggiornerete, tra l'altro, in un hotel dove re Ludwig II fu ospite con sua madre Maria di Baviera e in in un hotel ristrutturato ispirandosi alla passione per i dettagli Ludwig II, al quale è dedicata una delle stanze a tema.




APPUNTI DI VIAGGIO



Sulla facciata della cappella del castello di Esting, sobborgo di Olching a pochi chilometri a ovest di Monaco, si trova inserita in un affresco la scritta in latino “Extra Bavariam non est vita et si est vita non est ita”, che tradotta in italiano significa “Al di fuori della Baviera non c'è vita, e se c'è vita non è tale”.


Se siete interessati alla storia, non mancate di fare visita a Dachau, uno dei siti dell'Olocausto (si trova poco fuori Monaco).


Birra, che altro? Circa l'80% degli stabilimenti di produzione di birre europee si trova in Germania, e Monaco ne ospita tra le più famose. Immancabile la visita all'Hofbrauhaus, probabilmente l'osteria più famosa del mondo, con le sue sale affrescate, e all'Augustiner, la più antica.


Non si possono visitare i luoghi di Ludwig II senza aver ascoltato almeno una delle opere più famose di Richard Wagner, suo principale ispiratore.


Se pensate di fare questo viaggio durante il periodo dell'Oktoberfest, prenotate con largo anticipo in quanto è una festa molto gettonata, i prezzi salgono rapidamente e non è facile trovare alloggi liberi.



LA QUOTA INCLUDE



  • 8 pernottamenti con prima colazione
  • assicurazione medico-bagaglio e annullamento


LA QUOTA NON INCLUDE



  • carburante, pedaggi, parcheggi
  • ingressi e visite
  • tasse di soggiorno da pagare in loco
  • tutto quanto non espressamente indicato in “La quota include”


Costi



Quota per persona in camera doppia da € 1060

8 pernottamenti con colazione + assicurazione.


Il viaggio è totalmente personalizzabile.


Vuoi ricevere tutte le nostre offerte?
Iscriviti alla newsletter

Privacy

74 srl - P.IVA 04136790237 - [email protected]
Autorizzazione Agenzia Viaggi n. 4167 Provincia di Verona
Polizza RC Allianz Global Assistance n. 196646