Giordania

Tour Privato In Giordania: Tra Città Antiche E Relax Al Mar Morto

Tour

Formula Volo + Tour

8 giorni e 6 notti

Quotazioni disponibili da Novembre 2022 fino a Novembre 2023

Medio Oriente

Giordania

a partire da 1960 €

Cell. 3407286089
Tel. 045 834 1329
Email [email protected]

Ramona Mapelli

Il tuo consulente
Vedi i miei viaggi

(0 voti)

Tour privato tra città antiche come Jerash Petra, dove assisterete anche allo spettacolo Petra by Night

Farete un safari in 4×4 nel deserto del Wadi Rum e, dopo aver passato la notte in un campo tendato beduino, raggiungerete le spiagge del Mar Morto per rilassarvi e godere delle proprietà salutari delle acque. 


PROGRAMMA


1° giorno: Italia (volo) Giordania

Italia (volo) Giordania.jpg

Partenza dall'Italia con volo per Amman. All'arrivo, incontro con un incaricato locale e trasferimento in hotel con minivan privato.

Cena e pernottamento (2 notti) ad Amman all'hotel Centro Mada****.

2° giorno: Amman - Jerash - Ajloun - Amman

Amman - Jerash - Ajloun - Amman.jpg

Prima colazione in albergo. Partenza verso Jerash.

L'antica città di Gerasa fu abitata ininterrottamente per 6500 anni e visse il suo periodo di massimo splendore sotto il dominio dei Romani; oggi è una delle città di epoca romana meglio conservate al mondo.

Sepolta per secoli sotto la sabbia, prima di essere riscoperta e restaurata negli ultimi 70 anni, l'antica Gerasa costituisce una splendida testimonianza della grandezza e delle caratteristiche dell'opera di urbanizzazione condotta dai Romani nelle province dell'impero in Medio Oriente: strade lastricate, colonnati, templi in cima ad alture, meravigliosi teatri, spaziose piazze pubbliche, bagni termali, fontane e mura interrotte da torri e porte cittadine.


Si prosegue con la visita del castello di Ajloun (Qal'at Ar-Rabad), fatto costruire da uno dei generali di Saladino nel 1184 d.C. per controllare le locali miniere di ferro e scongiurare le invasioni dei Franchi.

Il castello dominava le tre principali vie di accesso alla valle del Giordano, proteggendo le rotte commerciali tra Giordania e Siria. Divenne un importante raccordo nella catena di difesa contro i Crociati, che tentarono invano per decenni di espugnare il castello e il villaggio circostante.


Ritorno ad Amman nel primo pomeriggio e tour panoramico della città.

Amman è una città affascinante e ricca di contrasti che mescola in modo unico antico e moderno, situata su una zona collinare ideale tra il deserto e la fertile valle del Giordano.

Nel cuore commerciale della città, edifici ultramoderni, hotel, eleganti ristoranti, gallerie d'arte e boutique si susseguono accanto ai tradizionali caffè e alle piccole botteghe degli artigiani. Ovunque è possibile rinvenire tracce del passato storico della città.

Data la sua odierna prosperità e grazie al clima temperato, quasi la metà della popolazione della Giordania è concentrata nell'area di Amman.

I sobborghi residenziali consistono principalmente di strade e viali alberati fiancheggiati da eleganti case quasi esclusivamente bianche, per via di una legge locale che stabilisce che tutti gli edifici devono essere rivestiti con la pietra tipica del luogo.

Il centro cittadino è più antico e dall'aspetto più tradizionale, con piccoli negozi che producono e vendono oggetti di ogni tipo, dai meravigliosi gioielli alle suppellettili più comuni.

3° giorno: Amman - Monte Nebo - Madaba - Kerak - Petra

Amman - Monte Nebo - Madaba - Kerak - Petra.jpg

Prima colazione in albergo e partenza verso il monte Nebo.

Dalla cima battuta dal vento, si gode un panorama che abbraccia il Mar Morto, la valle del Giordano, Gerico e le lontane colline di Gerusalemme. Qui Mosè vide la Terra Santa di Canaan in cui non sarebbe mai entrato. Morì e fu sepolto a Moab, “nella valle di fronte a Bethpeor”, ma la posizione esatta della sua tomba è tuttora sconosciuta.

Si dice che Geremia, dopo aver consultato l'Oracolo, nascose sul monte Nebo l'Arca dell'Alleanza, la Tenda del Signore e l'Altare dell'Incenso. Il monte Nebo divenne luogo di pellegrinaggio per i primi cristiani provenienti da Gerusalemme.

Qui nel IV secolo fu costruita una piccola chiesa per commemorare la morte di Mosè. Alcune pietre di questa chiesa si trovano ancora nella loro collocazione originale, in corrispondenza dell'abside. Nel V e VI secolo, la chiesa venne ampliata nella grande basilica che si può ammirare tutt'oggi, insieme alla collezione di sorprendenti mosaici bizantini.


Proseguirete con la visita di Madaba, che deve la sua fama a una serie di straordinari mosaici bizantini e umayyadi.

Qui si trova, fra l'altro, la nota mappa-mosaico di Gerusalemme e della Terra Santa, risalente al VI secolo: con i suoi due milioni di tessere di pietra vividamente colorata, raffigura colline, valli, villaggi e città fino al delta del Nilo.

La mappa-mosaico ricopre il pavimento della chiesa greco-ortodossa di San Giorgio, situata a nord-ovest del centro cittadino. La chiesa è stata edificata nel 1896 d.C., sulle rovine di un precedente santuario bizantino, risalente al VI secolo.

Altri straordinari mosaici, conservati nella chiesa della Vergine e degli Apostoli e nel Museo Archeologico, raffigurano una lussureggiante profusione di fiori e piante, uccelli e pesci, animali e bestie esotiche, nonché scene a carattere mitologico e ispirate ad attività quotidiane come caccia, pesca e agricoltura.

Le chiese e le case di Madaba ospitano del resto centinaia di altri mosaici, risalenti al periodo compreso tra il V e il VII secolo.


Partenza lungo la Strada dei Re.

Menzionata per la prima volta con questo nome nella Bibbia, la Strada dei Re corrisponde al percorso che Mosè intendeva seguire guidando la sua gente verso nord, attraverso la terra di Edom, identificata con l'odierna Giordania meridionale.

È tuttavia possibile che il nome derivi da un episodio ancora precedente illustrato nel capitolo 14 della Genesi, in cui si racconta come “quattro re del Nord” marciassero con i loro eserciti lungo questa strada per attaccare i cinque re delle Città della Pianura, fra cui le corrotte Sodoma e Gomorra.


Sosta al forte di Kerak, un oscuro dedalo di sale con volte in pietra e infiniti passaggi: quelli meglio conservati sono sotterranei e raggiungibili tramite una massiccia porta.

Di per sé, il castello è più imponente che propriamente bello, benché di grande interesse quale esempio del genio architettonico militare dei crociati.

Il più famoso signore di Kerak fu Reynald de Chatillon, la cui reputazione in fatto di tradimenti e brutalità non temeva rivali. Quando Baldovino II morì, suo figlio, tredicenne e affetto da lebbra, stipulò un accordo di pace con Saladino. Tuttavia, il “re lebbroso” morì senza lasciare eredi e Rinaldo approfittò dell'occasione per ottenere la mano di Stefania, ricca vedova del reggente assassinato. Rinaldo ruppe ben presto la tregua con Saladino, il quale tornò con un enorme esercito, pronto alla guerra. Rinaldo e il re Guido di Gerusalemme guidarono le forze crociate e subirono una pesante sconfitta. Rinaldo fu fatto prigioniero e venne decapitato da Saladino in persona, segnando l'inizio del declino della fortune crociate.

Il castello venne successivamente ampliato con l'edificazione di una nuova ala occidentale a opera degli Ayyubidi e dei Mamelucchi.


Arrivo a Petra in serata per la cena e il pernottamento (2 notti) al Movenpick Resort*****.

4° giorno: Petra

Petra.jpg

Prima colazione in albergo. Giornata dedicata alla visita di Petra.

Spesso descritta come una delle otto meraviglie del mondo antico, Petra è sicuramente il tesoro più prezioso della Giordania e la sua maggiore attrattiva turistica.

È una vasta città dalle caratteristiche uniche: i Nabatei, industriosa popolazione araba insediatasi in questa zona oltre 2000 anni fa, la crearono dalla nuda roccia e la trasformarono in uno snodo cruciale per le rotte commerciali della seta e delle spezie, grazie alle quali Cina, India e Arabia del Sud poterono entrare in contatto con Egitto, Siria, Grecia e Roma.

Le gigantesche montagne rosse e i grandi mausolei di una vita passata non hanno nulla in comune con la moderna civiltà, e non chiedono altro che di essere ammirate per il loro vero valore come una delle meraviglie più stupefacenti che la natura e l'uomo abbiano mai creato.

Rientro in hotel per la cena, prima di assistere allo spettacolo Petra by Night.

5° giorno: Petra - Piccola Petra - Wadi Rum

Petra - Piccola Petra - Wadi Rum.jpg

Prima colazione in hotel e trasferimento a Piccola Petra per una breve visita.


Partenza verso il meraviglioso deserto del Wadi Rum. Questo posto unico al mondo offre paesaggi favolosi, incontaminati e senza tempo.

Qui il tempo e il vento hanno scavato imponenti e maestosi grattacieli naturali.

Descritto da T.E. Lawrence come “immenso, echeggiante e divino”, il Wadi Rum è sicuramente tra le mete da non perdere.


Nel pomeriggio vi addentrerete nel cuore del deserto con i fuoristrada dei beduini con jeep privata per un safari indimenticabile (durata 3 ore) e terminerete la gita in un campo tendato beduino.

Cena e pernottamento presso l'Aladdin Camp nel Wadi Rum.

6° giorno: Wadi Rum - Mar Morto

Wadi Rum - Mar Morto.jpg

Se lo desiderate, prima di colazione potete ammirare l'alba nel deserto.

Partenza verso nord lungo il confine israeliano verso il Mar Morto.

Senza dubbio uno dei luoghi più straordinari al mondo, la Rift Valley giordana offre un paesaggio splendido, che nei pressi del Mar Morto raggiunge i 400 metri sotto il livello del mare. È la depressione più bassa del pianeta, un vasto specchio d'acqua che accoglie un gran numero di affluenti, tra i quali spicca il fiume Giordano, le cui acque, una volta raggiunto il Mar Morto, non hanno ulteriore sbocco e devono forzatamente evaporare depositando un cocktail denso e ricco di sali e minerali che fornisce prodotti di ottima qualità a industria, agricoltura e medicina.

Pomeriggio libero per rilassarsi sulla spiaggia del Mar Morto.

Cena e pernottamento (2 notti) al Dead Sea Spa Hotel****.

7° giorno: Mar Morto

Mar Morto.jpg

Prima colazione in albergo. Giornata di relax per godere delle proprietà salutari delle acque e dei fanghi del Mar Morto.

8° giorno: Mar Morto - Amman (volo) Italia

Mar Morto - Amman (volo) Italia.jpg

Prima colazione in albergo e trasferimento all'aeroporto di Amman (circa 1 ora e 30 minuti di strada) in tempo utile per il volo di rientro.


LA QUOTA INCLUDE



  • voli internazionali a/r con bagaglio in stiva
  • tasse aeroportuali (l'importo può variare fino all'emissione dei biglietti)
  • assistenza in aeroporto (arrivo e partenza)
  • 7 pernottamenti
  • trattamento di mezza pensione (bevande escluse)
  • trasferimenti da/per l'aeroporto in minivan privato
  • trasporto in minivan privato con autista parlante italiano (se disponibile) o inglese
  • guida locale parlante italiano o inglese a Petra e Jerash
  • spettacolo Petra by Night
  • safari nel deserto del Wadi Rum in jeep 4×4 (3 ore)
  • ingressi a siti/monumenti come da programma
  • tasse di soggiorno
  • visto d'ingresso in Giordania
  • assicurazione medico-bagaglio e annullamento


LA QUOTA NON INCLUDE



  • pranzi e bevande
  • mance
  • tutto quanto non espressamente indicato in “La quota include”


Costi



Quota per persona in camera doppia da € 1960

voli + 7 pernottamenti + mezza pensione + trasferimenti privati + ingressi, visite guidate e attività come da programma + visto d'ingresso + assicurazione


Il volo considerato è da Roma, ma è possibile partire da altri aeroporti.


Vuoi ricevere tutte le nostre offerte?
Iscriviti alla newsletter

Privacy

74 srl - P.IVA 04136790237 - [email protected]
Autorizzazione Agenzia Viaggi n. 4167 Provincia di Verona
Polizza RC Allianz Global Assistance n. 196646