Ghiacciai perenni che finiscono in mare, boschi con pini e palme insieme, neve sui girasoli, fiumi che scorrono tra le ginestre, vulcani, geyser, maori, il mito degli All Blacks: la Nuova Zelanda è un paese particolare, non solo per i paesaggi, la flora e la fauna, ma anche per comportamenti e atteggiamenti dei suoi abitanti. Ecco alcuni brevi appunti per capirla meglio.

  1. La Nuova Zelanda ha un clima sciaguratamente simile a quello britannico, soprattutto nell’isola del Sud. Basta dire che ci vivono foche e pinguini.
  1. Le foche si possono tranquillamente vedere e fotografare lungo la strada, mentre per i pinguini è necessario raggiungere siti appositi con visite guidate. Gli uccelli marini sono a migliaia lungo le scogliere.
  1. La caratteristica principale della maggior parte delle molte specie di uccelli neozelandesi è che non volano, al massimo svolazzano. Attenzione quindi alla guida: gli uccelli non volano via, come sulle nostre strade, ma restano lì e si fanno investire.
  1. Il kiwi è quasi impossibile da vedere in libertà, perché è un uccello (naturalmente non vola) notturno molto pauroso che non sopporta il minimo rumore. D’altra parte è difficile vederlo anche nei parchi, perché viene custodito gelosamente al buio.

girasoli_neve_Nuova_Zelanda

  1. Il problema nazionale è l’opossum, simpatico animale portato in Nuova Zelanda dopo la guerra dai marinai australiani. Senza predatori e in un habitat ideale, gli opossum si sono moltiplicati in maniera abnorme, minacciando non solo l’agricoltura ma anche la fauna locale (mangiano cuccioli e uova di altre specie, tra cui il povero kiwi, che rischia l’estinzione). Non scandalizzarti se ti verrà consegnato un dépliant che illustra come uccidere gli opossum o se vedrai un manifesto che invita i bambini a sopprimerli ovunque li trovino.
  1. L’unica specie di pappagallo in Nuova Zelanda è il kea, piuttosto grosso e molto impertinente: non ha paura dell’uomo e, appena ti fermi con l’auto, te lo ritrovi sul tetto che becca tutto quello che può, comprese le guarnizioni di gomma. Scacciarlo è arduo. Vive soprattutto nelle zone montuose.
  1. In Nuova Zelanda è stato girato Il Signore degli Anelli. Ne resta solo un set, il villaggio degli hobbit. È in una tenuta privata ma si può visitare, però il biglietto è piuttosto caro. Ah, durante la visita guidata è vietato fumare, anche se è all’aperto.
  1. I neozelandesi hanno un’altra fissazione, oltre agli opossum: l’adrenalina. Non c’è ponte dove non si possa fare bungee jumping; il parapendio è molto diffuso, anche in coppia; si sfreccia in motoscafo sui torrenti di montagna; si va in mongolfiera; ci si butta con il paracadute…
  1. La cucina è tremenda. Inutile cercare di convincere il cuoco a non mettere il caramello sulla tua bistecca alla griglia, perché ti dirà che senza è impossibile cucinare la carne. È meglio soprassedere sui ristoranti italiani: thailandesi e giapponesi sono una scelta migliore.
  1. A Queenstown, nell’isola del Sud, si può prendere la funivia e, arrivati su, le possibilità sono varie. Intanto puoi godere della splendida vista sulle montagne Remarkables, dove sono stati girati gli esterni di molti film; puoi vedere il kiwi, che vive al buio dietro a un vetro; e naturalmente puoi fare bungee jumping o lanciarti con il paracadute.

Lake_Taupo_Nuova_Zelanda

Insomma, la Nuova Zelanda è un paese davvero “originale”, che merita senz’altro un viaggio per ammirarne i paesaggi e gli animali, ma anche per conoscerne la popolazione e le sue usanze.

Se vuoi organizzare un viaggio in Nuova Zelanda, contattami per qualche consiglio.