Bhutan

Bhutan, Il Paese Della Felicità

Tour

Formula Volo + Tour

12 giorni e 10 notti

Quotazioni disponibili da Aprile 2023 fino a Gennaio 2024

Asia

Bhutan

a partire da 5500 €

Cell. 3349985610
Tel. 045 834 1329
Email [email protected]

Anna Zanellato

Il tuo consulente
Vedi i miei viaggi

(16 voti)

Un viaggio attraverso la storia, la spiritualità, le tradizioni di un mondo fuori dal comune, così remoto ma autentico: il Bhutan, la terra del Dragone Tonante, un piccolo regno buddista, quasi nascosto tra le piane della catena dell'Himalaya.


PROGRAMMA


1° giorno: Italia (volo) Kathmandu

Italia (volo) Kathmandu.jpg

Partenza da Milano Malpensa con volo per Kathmandu, in Nepal. Pasti a bordo.  

2° giorno: Arrivo A Kathmandu

Arrivo A Kathmandu.jpg

Arrivo a Kathmandu in mattinata. Disbrigo delle formalità d'ingresso e doganali.

Incontro con la guida locale parlante italiano e inizio delle visite.

Si comincia con la valle di Kathmandu, capitale e unico centro metropolitano del paese. Situata a 1337 m di altitudine, è una città piena di contrasti con i suoi agglomerati urbani che racchiudono uno straordinario patrimonio culturale e artistico.

Nel centro della città vecchia, fondata nel XII secolo dalla dinastia dei Malla, si apre la storica Durbar Square, la piazza del Palazzo, dove venivano incoronati i re della città; fu dichiarata Patrimonio dell'umanità dall'Unesco nel 1979.

Sulla Durbar Square e sulle due piazze limitrofe si affacciano l'antico palazzo reale, templi e monasteri induisti consacrati a Brahma il creatore, Vishnu il conservatore, Shiva il distruttore e il rigeneratore, e splendidi edifici con cortili.

Tutto intorno si dirama il labirinto di vie della città vecchia.


Proseguimento per Swayambhunath, chiamato anche tempio delle scimmie per la folta colonia di scimmie che vi vive.

Il grande complesso buddista domina la città, con gli occhi vigili del Buddha che scrutano la valle in ogni direzione.


Nel pomeriggio visita di Patan, seconda città della valle che sorge a sud di Kathmandu, ma è stata parzialmente inglobata dalla capitale.

Storicamente è conosciuta con il nome sanscrito di Laliput, “città della bellezza, fondata nel 250 a.C., governata da aristocratici locali e conquistata infine dai sovrani Malla.

Al termine, trasferimento in hotel per la cena e il pernottamento (2 notti).

3° giorno: Kathmandu

Kathmandu.jpg

Prima colazione in hotel. Al mattino visita di Patan e proseguimento per Pashupatinat, il tempio hindu più importante del Nepal, che sorge lungo le sponde del fiume sacro Bagmati, alla periferia orientale di Kathmandu.

Il tempio è dedicato a Shiva distruttore e insieme creatore, ed è teatro di frequenti cremazioni.

Solo gli hindu possono accedere al tempio principale in cui avvengono le celebrazioni funebri, ai visitatori è riservato l'argine opposto del fiume, da dove si può scorgere una parte del complesso sacro e la scalinata delle cremazioni. Si raccomanda il massimo rispetto durante le cerimonie funebri. 


Nel pomeriggio proseguimento per Bhaktapur, il terzo centro urbano più grande della valle, sull'antica via commerciale per il Tibet.

La città è splendida e ha conservato intatto il carattere tradizionale dell'epoca Malla, nella sua Durbar Square, nei templi, santuari, edifici, fontane e nelle vie animate da vasai, intagliatori di legno, tessitori e numerosi artigiani di tradizioni centenarie.

Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

4° giorno: Kathamandu (volo) Paro - Punakha

Kathamandu (volo) Paro - Punakha.jpg

Prima colazione in hotel. Trasferimento all'aeroporto e partenza con volo per Paro (2200 m), in Bhutan. Dopo il disbrigo delle formalità doganali e il rilascio del visto, incontro con la guida bhutanese parlante inglese e trasferimento a Punakha.

Lungo il percorso sosta al Simtokha Dzong, il primo dzong costruito nel 1629 da Shabdrung Ngawang Namgyal, l'abate proveniente da Ralung, in Tibet, che pose le basi della struttura religiosa e politica del Bhutan. Si trova a 2250 m di altitudine e presenta 300 bassorilievi in ardesia dipinta raffiguranti santi e filosofi.


Proseguimento attraverso lo splendido scenario naturale del passo di Dochu La, situato a 3140 m, da dove è possibile godere una bella vista sull'Himalaya orientale. 

La discesa tra scenari grandiosi porta alla valle di Punakha, una delle più belle valli del paese, situata a un'altitudine di 1250 m con cactus, bambù e risaie, e dove si trova lo dzong più bello e storicamente più importante del paese, meravigliosa sede invernale di Je Khempo, abate del Bhutan.

Prima di raggiungere Punakha, sosta presso il tempio della fertilità di Chimi Lhakhang, posto in cima a una panoramica collina che sovrasta il fiume. Questo tempio fu fondato dal grande Lama Kunley, “l'illuminato pazzo” il cui emblema fallico adorna l'ingresso di molte case rurali.


Arrivo a Punakha (1300 m), l'antica capitale del Bhutan.

Nel pomeriggio visita del Punakha Dzong. Questo dzong fu il secondo a essere costruito in Bhutan e fu la sede del governo fino alla metà degli anni Cinquanta del secolo scorso, quando il ruolo di capitale passò a Thimphu.

È probabilmente lo dzong più bello del paese, soprattutto nel periodo primaverile, quando gli alberi di jacaranda, dalla fioritura color lilla, conferiscono ulteriore fascino alle alte e imponenti mura bianche dell'edificio.

Al termine, sistemazione in hotel per il pernottamento (2 notti).

5° giorno: Punakha - Valle Di  Phobjika - Punakha

Punakha - Valle Di  Phobjika - Punakha.jpg

Prima colazione in hotel e partenza per la valle di Phobjika, confine geografico e culturale tra l'Est e l'Ovest del paese, con spettacolari panorami sull'Himalaya e le cime del Gangkhar Puensum (7541 m), la montagna più alta del Bhutan.

Attraversando immense foreste di rododendri, nella natura incontaminata, trovano rifugio le rarissime gru dal collo nero, che migrano in questo luogo durante i mesi di ottobre-novembre dal Tibet.

La strada principale si dirama verso sud, nelle cosiddette montagne Nere, e conduce alla valle glaciale di Phobjikha, posta a poco meno di 3000 m, un'area protetta in cui vivono cervi, volpi, leopardi, cinghiali selvatici e orsi himalayani.

Pranzo in ristorante. 

All'arrivo visita della cittadina di Gangtey con visita del monastero Nyingmapa.

Visita anche del Centro di tutela delle gru con il collo nero.

Al termine delle visite rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

6° giorno: Punakha - Thimpu (festival)

Punakha - Thimpu (festival).jpg

Dopo la prima colazione, partenza alla volta di Thimpu (2294 m), capitale del Bhutan.

Nonostante il recente sviluppo, Thimphu conserva il suo fascino, ricca di facciate colorate e decorate che conferiscono alla città un'affascinante atmosfera medievale.

Pranzo in hotel.

Partenza in direzione del Tashichho dzong. All'arrivo si accede a un magnifico cortile, il luogo dove si svolge lo Tsechu. Tutti i bhutanesi qui presenti sfoggiano il loro abito migliore, rigorosamente tradizionale.

Il cham (danza religiosa) che viene rappresentato allo dzong di Trashichho è tra quelli meglio eseguiti del Bhutan: tutti i danzatori e musicisti sono monaci facenti parte del selezionato gruppo che fa capo direttamente all'abate del Bhutan e sono molto meticolosi nella preparazione di ogni dettaglio; le maschere e i costumi che utilizzano sono magnifici.

Molti dei bhutanesi che partecipano provengono da luoghi lontani, con lo spirito di chi si reca a un festoso pellegrinaggio. È un evento vivo, costituito dalla presenza di migliaia di persone agghindate in abiti tradizionali, da centinaia di monaci vestiti di rosso che siedono tranquilli, da suoni che seguono i timbri e i ritmi dei riti tantrici.

Nel contorno del grandioso Trashichhoe dzong con i monti del Bhutan che fungono da sfondo, questo insieme proietta ciascuno in un mondo che trascende il tempo.

Pranzo in ristorante in corso di giornata.

Rientro in città e passeggiata in centro.

Cena e pernottamento (2 notti) in hotel.

7° giorno: Thimpu

Thimpu.jpg

Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alle visite di Thimpu a partire dal Kuensel Phodrang, una grande statua del Buddha.

A seguire visita del Simply Bhutan, un vero e proprio “living museum” sviluppato per e dai giovani bhutanesi.

Sosta all'Emporio dell'artigianato, dove si possono vedere i tipici manufatti locali.

Si visita a seguire l'imponente Tashichho dzong, un palazzo dalle proporzioni perfette arricchito con decorazioni raffinate che impressiona per la sua maestosità; è il palazzo governativo, qui si trovano la sede del governo, la sala del trono del re, la residenza estiva dell'abate del Bhutan (il Je Khenpo) e del corpo monastico centrale.

Sosta al National Memorial Chorten, in centro città, costruito in onore del terzo re del Bhutan Jigme Dorji Wangchuck, ove numerosi sono i cittadini che vengono a pregare e rendere omaggio in processione.

Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

8° giorno: Thimpu - Paro

 Thimpu - Paro.jpg

Prima colazione e partenza per Paro. Questa graziosa cittadina, che conta all'incirca 50.000 abitanti, è situata al centro della valle del Paro Chhu, a est del monte Jhomolhari, nella parte centro-occidentale del Bhutan. Paro sembra uscita da una fiaba, tanti sono i colori e le forme che ne caratterizzano gli edifici. Lungo la strada principale, realizzata solo nel 1985, si affacciano sporadici negozi, ristoranti e botteghe in legno dipinte con colori sgargianti. I negozi più vecchi sono accessibili tramite uno strano e piuttosto inspiegabile sistema di scale, che conduce dall'ingresso principale, situato sul retro, alla vetrina che da sulla strada.

Visita del Paro dzong, uno degli dzong più imponenti e conosciuti del Bhutan. Adibito a fortezza il complesso fu realizzato in grandi proporzioni, così da poter resistere a eventuali assedi; le sue mura mastodontiche dominano la città e sono riconoscibili da ogni punto della vallata.

Si prosegue poi fino alla torre Ta Dzong, dove si visita il museo Nazionale (collezione di costumi, tessuti nazionali, pitture su stoffa thangka, argenteria, stampe, armature).

Visita del Kyichu Lhakhang, uno dei più importanti e antichi luoghi sacri del Bhutan.

Al termine delle visite, cena e pernottamento (2 notti) in hotel.

9° giorno: Paro

Paro.jpg

Dopo la colazione, partenza per l'escursione al Taktshang Goemba, “il nido della tigre“, il monastero costruito nel XIV secolo intorno alla grotta dove Guru Rinpoche, giuntovi in groppa a una tigre, meditò per 3 mesi nell'VIII secolo.

Sicuramente è il luogo più celebre del Bhutan, sospeso sulle rocce che sovrastano la valle.

Per facilitare la salita (circa 3 ore e mezza in tutto), è possibile noleggiare un cavallo o un mulo a pagamento, con il quale si giunge a un primo rifugio da cui si gode una vista stupenda. Da qui si prosegue a piedi per un'ora e mezza attraverso una magnifica foresta e si visita il monastero.

Al termine delle visite, rientro a Paro.

Resto della giornata a disposizione per visitare il centro storico di Paro.

10° giorno: Paro (volo) Kathmandu - Nagarkot

Paro (volo) Kathmandu - Nagarkot .jpg

Prima colazione in hotel. Trasferimento all'aeroporto di Paro e imbarco su volo per Kathmandu.

All'arrivo, partenza per Nagarkot.

Lungo il percorso sosta e visita del tempio di Changu Narayan, situato nel distretto di Bhaktapur a circa 45 minuti da Kathmandu. Il suggestivo tempio, consacrato a Vishnu nella sua incarnazione di Narayan, è riservato agli hindu, ma i veri gioielli sono rappresentati dalle antiche sculture che punteggiano il cortile.

Sistemazione in hotel modesto a Nagarkot, villaggio situato a 2175 m s.l.m., che offre una vista spettacolare sulle montagne dell'Himalaya con il Dhaulagiri a ovest e il Kanchenjunga a est. Fra ottobre e marzo la vista è particolarmente nitida.

Le visite terminano con la magnifica vista del tramonto himalayano

Cena e pernottamento in hotel.

11° giorno: Nagarkot - Kathamandu

Nagarkot - Kathamandu .jpg

Possibilità di ammirare l'alba dalle terrazze panoramiche di Nagarkot.

Prima colazione e rientro a Kathmandu

Resto del pomeriggio a disposizione nella vivace area di Thamel o per attività individuali.

12° giorno: Kathamandu (volo) Italia

Prima colazione in hotel. Trasferimento all'aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia.


APPUNTI DI VIAGGIO



Il Bhutan è un piccolo regno buddista, quasi nascosto tra le piane della catena dell'Himalaya, racchiuso entro due grandi nazioni come la Cina e l'India. I paesaggi sono incredibili: picchi innevati e foreste incontaminate fanno da sfondo a un vero e proprio viaggio nel passato. 

La cultura e le tradizioni del Bhutan hanno origine dal Buddismo, che qui viene vissuto come una vera e propria pratica filosofica che pervade ogni attività quotidiana: lo sviluppo di questo piccolo Stato si basa infatti sul cosiddetto Indice della Felicità Nazionale, legando lo sviluppo del paese ai valori dell'esistenza, perseguendo quindi come bene primario la felicità degli abitanti e favorendo le attività economiche sostenibili.


Questo itinerario ruota intorno al festival di Thimphu, un'occasione unica per assistere alle suggestive feste religiose, immersi nel pathos di questi luoghi.

I festival sono eventi di grande coinvolgimento sociale, gli abitanti del Bhutan raggiungono numerosi i cortili degli Dzong da ogni provincia del paese.

Folklore, tradizione, storia e spiritualità trovano la massima espressione nelle danze “cham”: i danzatori, con il viso coperto da meravigliose maschere, si muovono in cerchio al ritmo di tamburi, gong e trombe. Tutto diventa magico e incredibilmente sorprendente.


I periodi migliori per visitare il Bhutan sono la primavera (da marzo a maggio), con le splendide fioriture di rododendri, e l'autunno (da fine settembre a fine novembre), con i colori cangianti della natura.

Un viaggio in Bhutan richiede un buono spirito di adattamento per alcuni lunghi trasferimenti in strade non sempre in condizioni ottimali per alcune escursioni che richiedono tratti a piedi per raggiungere i monasteri-dzong più remoti.



LA QUOTA INCLUDE



  • voli intercontinentali a/r
  • tasse aeroportuali (l'importo può variare fino all'emissione dei biglietti)
  • voli interni
  • 10 pernottamenti
  • trattamento come da programma: pensione completa in Bhutan, mezza pensione a Kathmandu (bevande escluse)
  • visite e ingressi come da programma
  • guida parlante italiano in Nepal
  • guida parlante italiano in Bhutan con funzione di interprete a supporto della guida locale parlante inglese
  • visto d'ingresso in Bhutan
  • assicurazione medico-bagaglio e annullamento


LA QUOTA NON INCLUDE



  • visto d'ingresso in Nepal 30 USD da pagare in loco
  • eventuali tasse aeroportuali locali da pagare localmente
  • tutto quanto non espressamente indicato in “La quota include”


Costi



Quota per persona in camera doppia da € 5500

voli + tour con guida in italiano + 10 pernottamenti + pasti come da programma + assicurazione 


Il volo considerato è da Milano, ma è possibile partire da altri aeroporti.


Newsletter subscription

Our monthly newsletter with a selection of the best posts

74 srl - P.IVA 04136790237 - [email protected]
Autorizzazione Agenzia Viaggi n. 4167 Provincia di Verona
Polizza RC Allianz Global Assistance n. 196646