Si sente parlare di Città del Messico come di una città gigantesca, caotica e pericolosa. Eppure io voglio portarvi in una città soprattutto vivace, giovane e piena di vita, che merita una visita di un paio di giorni prima o dopo un viaggio in Chiapas o nello Yucatán. Lasciate a casa pregiudizi e paure e tuffatevi in questa città che, sono certa, sarà per voi una bella scoperta come lo è stata per me.

  1. Passeggiate al centro dell’universo

Plaza de la Constitución è la piazza principale di Città del Messico, chiamata da tutti “Zócalo”.

Plaza de la Constitución è la piazza principale di Città del Messico. Chiamata da tutti “Zócalo”, oltre a essere una delle piazze più grandi del mondo, è il fulcro della vita cittadina, la sede dei maggiori monumenti del potere messicano e il luogo ideale da cui partire per esplorare la città e iniziare a orientarsi nel suo centro storico.

La Cattedrale di Città del Messico e il Palacio Nacional si affacciano sullo Zócalo. Il secondo è accessibile gratuitamente e vi si possono ammirare i murales di Diego Rivera. Non perdetevi le rovine azteche del Templo Mayor, secondo un’antica leggenda costruito esattamente al centro dell’universo.

  1. Ammirate la città dall’alto della Torre Latinoamericana

Dall’alto della Torre Latinoamericana vi accorgerete di non riuscirete a intravedere i confini della megalopoli.

Dalla cima della torre vi accorgerete di non riuscirete a intravedere i confini della megalopoli. Dato che l’accesso è gratuito se si accede al bar o al ristorante del 41° piano, è il caso che vi godiate un aperitivo o una cena romantica ammirando la città che si illumina.

  1. Rilassatevi al Palacio de Bellas Artes e all’Alameda Central

Simbolo di Città del Messico, il palazzo delle Belle Arti è famoso non solo per le preziose collezioni ma anche per la meravigliosa facciata e la cupola dorata.

Simbolo di Città del Messico, il palazzo delle Belle Arti è famoso non solo per le preziose collezioni ma anche per la meravigliosa facciata e la cupola dorata. Trascorrete qualche minuto nella piazza limitrofa e passeggiate nei giardini dell’Alameda, a fianco del palazzo. Mescolatevi all’élite cittadina che ha fatto di questo punto della città un luogo di ritrovo ideale.

  1. Bevete nella cantina più antica della capitale

Tra le rumorose vie del Barrio Chino sopravvive una delle prime cantinas di Città del Messico, la Cantina Tio Pepe.

Tra le rumorose vie del quartiere cinese (Barrio Chino) sopravvive una delle prime cantinas di Città del Messico, la Cantina Tio Pepe. Si accede da una piccola porticina affacciata su Calle Dolores, nascosta da lanterne cinesi. Gustatevi una birra o una tequila in un locale autentico.

  1. Immergetevi nella vita di Frida Kahlo

Non si può non associare Città del Messico a Frida Kahlo, artista simbolo dello Stato messicano e della sua capitale.

Non si può non associare Città del Messico a Frida Kahlo, artista simbolo dello Stato messicano e della sua capitale. Recatevi nella sua casa natale nel quartiere di Coyoacán; la famosa Casa Azul è diventata un vero e proprio luogo di pellegrinaggio, con centinaia di persone che si recano quotidianamente ad ammirare la villa e i giardini dove l’artista trascorse la sua vita con Diego e dipinse tante delle sue opere.

  1. Passeggiate nel quartiere di Coyoacán

Non perdete l’occasione di immergervi nel pittoresco quartiere di Coyoacán, soprattutto nei weekend, quando si anima più che mai.

Non perdete l’occasione di immergervi nel pittoresco quartiere di Coyoacán, soprattutto nei weekend, quando si anima più che mai. Mercati, banchetti di street food, artisti di strada, musica e colori fanno da sfondo alle piazze e alle strette vie acciottolate.

  1. Intonate una serenata insieme ai mariachi

Tutte le sere i mariachi si danno appuntamento poco prima del tramonto a Plaza Garibaldi.

Tutte le sere i mariachi si danno appuntamento poco prima del tramonto a Plaza Garibaldi. Nelle loro uniformi con ricami d’argento, attendono che qualcuno chieda loro di intonare una canzone. Ovviamente vogliono essere pagati!

  1. Unitevi ai pellegrini diretti alla Basilica di Guadalupe

Che siate credenti o meno, la Basilica di Guadalupe merita una visita.

Che siate credenti o meno, la Basilica di Guadalupe, considerata il luogo di culto cristiano più venerato del Messico, merita una visita non solo per vedere le migliaia di pellegrini che vi si recano quotidianamente ma, soprattutto, per percorrere le scale che salgono ripide alle spalle della cattedrale e che, tra statue e fontane, conducono a un punto panoramico da cui ammirare la città.

  1. Assaggiate i tacos messicani

Assaggiate i tacos al pastor, tortillas di mais farcite con carne di maiale allo spiedo, servite con verdure e cipolla.

Immergetevi nei mercati locali sparsi ovunque in città e fatevi trascinare dai profumi e dai sapori della cucina messicana. Assaggiate i tacos al pastor, tortillas di mais farcite con carne di maiale allo spiedo, servite con verdure e cipolla: non ve ne pentirete!

  1. Andate dove tutto ebbe inizio

Teotihuacán è stata la città preispanica più grande del Messico. Ubicata a soli 50 km dalla capitale, è facilmente raggiungibile con una visita di mezza giornata partendo proprio da Città del Messico.

Teotihuacán è stata la città preispanica più grande del Messico. Ubicata a soli 50 km dalla capitale, è facilmente raggiungibile con una visita di mezza giornata partendo proprio da Città del Messico. L’ideale è visitare il vasto complesso di rovine la mattina presto. È probabile che vi ritroverete da soli, ad arrampicarvi lungo le ripide scalinate delle piramidi del Sole e della Luna da cui potrete ammirare questo luogo mistico dall’alto.