Amman, la capitale della Giordania, è una città in fermento, con una parte nuova moderna e una parte vecchia caratteristica. Oltre alle visite canoniche alla Cittadella e all’anfiteatro, ci sono diverse altre cose da fare.

  1. Un giro nel souq

Imperdibile un giro nel souq, dove colpiscono la varietà di frutti e ortaggi e soprattutto le loro dimensioni; è particolare vedere tra la frutta di stagione sia il kaki sia la papaya. E poi i profumi delle spezie, i colori degli abiti tradizionali esposti tutti allineati, i “canti” dei venditori che cercano di attirare i clienti. Non riuscirete a fare a meno di comprarvi qualcosa; magari potete riportare a casa un sacchetto di caffè al cardamomo, che vi macineranno sul momento.

Imperdibile un giro nel souq, dove colpiscono la varietà di frutti e ortaggi, i profumi delle spezie e i colori degli abiti tradizionali esposti tutti allineati.

  1. Assaggiare uno knafeh

Nella città bassa c’è un microscopico locale da asporto, simile alle nostre pizzerie al taglio, dove preparano il miglior knafeh della Giordania. Si tratta di un dolce a base di formaggio e miele con granella di pistacchi; a vedersi sembra stucchevole, in realtà l’amarognolo del formaggio stempera il dolce del miele, e il risultato è ottimo. Ce ne sono diverse versioni, ma comunque sia bisogna mettersi in coda e aspettare il proprio turno. Niente paura: tagliano e servono a una velocità impressionante.

Nella città bassa c’è un microscopico locale da asporto, simile alle nostre pizzerie al taglio, dove preparano il miglior knafeh della Giordania.

  1. Una serata in un locale

Pochi locali ad Amman si trovano al piano terra: quasi tutti sono al primo piano. Li si riconosce dai balconi a vetrata pieni di gente seduta ai tavolini. All’interno vi troverete in una nuvola di fumo, ma per farne parte appieno dovete provare a fumare la shisha con il narghilè mentre bevete qualcosa e chiacchierate con gli amici. Per stare al di fuori dei circuiti turistici, potete andare al Cafè Jafra, nella città bassa.

Pochi locali ad Amman si trovano al piano terra: quasi tutti sono al primo piano. Li si riconosce dai balconi a vetrata pieni di gente seduta ai tavolini.

  1. Mangiare tipico

Ad Amman c’è quello che viene considerato il miglior ristorante della Giordania. Si chiama Tawaheen al-Hawa e propone cucina libanese, che non differisce molto da quella giordana. All’entrata un’anziana signora impasta e stende il tipico pane sottile e lo cuoce su una grossa piastra, da dove passa poi direttamente in tavola. Ci sono piatti per tutti i gusti, ma merita sicuramente assaggiare la grande varietà di antipasti.

Ad Amman c’è quello che viene considerato il miglior ristorante della Giordania. Si chiama Tawaheen al-Hawa e propone cucina libanese, che non differisce molto da quella giordana.

C’è molto altro da fare ad Amman. Per esempio c’è una moschea dove, fuori dall’orario della preghiera, è ammesso l’ingresso anche ai non musulmani. Ci sono la Cittadella e l’anfiteatro da vedere, con il museo dei costumi e quello del folklore. C’è… ma no, andateci, lo scoprirete da soli!