USA

California: Il Richiamo Della Natura

Self Drive

Formula Volo + Soggiorno + Noleggio auto

14 giorni e 13 notti

Quotazioni disponibili da Luglio 2019 fino a Gennaio 2020

America del Nord

USA

a partire da 2450 €

Cell. 338 6704905
Tel. 045 8341329
Email [email protected]

Sara Padovani

Il tuo consulente
Vedi i miei viaggi

(25 voti)

Un itinerario che vi farà godere delle bellezze naturali uniche e selvagge della California. Da grandi città come San Francisco e Los Angeles, attraversando lo Yosemite NP, giungerete in luoghi incredibili come il Mono Lake e la città fantasma di Bodie, fino alle imponenti sequoie del Redwood NP.


PROGRAMMA


1° giorno: Italia (volo) San Francisco

Italia (volo) San Francisco.jpg

Partenza dall'Italia. Arrivati a San Francisco prendete il treno Bart che in meno di mezz'ora vi porterà in centro. Scendete a Mission St & 5th St e da lì in pochi minuti raggiungerete a piedi il vostro hotel.


Resto della giornata a disposizione per un primo orientamento a San Francisco, città che è un vero mosaico di quartieri.


Recatevi al famosissimo Fisherman's Wharf, letteralmente il “pontile del pescatore”, collegato benissimo con la rete dei trasporti.

La prima attrazione da vedere è il Pier 39, con i suoi negozietti tipici e i ristoranti di pesce. Potrete inoltre vedere i numerosi leoni marini che hanno trovato casa sui pontili, l'Acquarium of the Bay, il Madam Tussaud e il San Francisco Dungeon, che ripercorre la storia della città. 

2° giorno: San Francisco

San Francisco.jpg

Una visita consigliata è sicuramente Alcatraz, nel cuore della baia di San Francisco, che è la prigione più famosa al mondo (prenotazione obbligatoria da effettuare non prima dei 3 mesi dal giorno della partenza).


Da vedere inoltre North Beach, il quartiere italiano, dove sono nati i primi movimenti della beat generation, il cui spirito si può respirare nella libreria City Light, il quartiere cinese (Chinatowm), uno dei più grandi del paese, considerato uno dei quartieri più affascinanti degli Stati Uniti. 


Potete visitare il quartiere Union Square a sud di Chinatown, e il Downtown di San Francisco, dove potete trovare i negozi con le grandi marche.


Un quartiere al quale non si può proprio rinunciare è Haight Ashbury. L'intenso odore dell'incenso che invade le narici, negozi coloratissimi e colmi di oggetti tipicamente vintage ma non per questo meno stravaganti, insegne decorate con colori sgargianti e scritte altamente retro vi conquisteranno.

Haight Ashbury è il celebre quartiere di San Francisco che negli anni Sessanta ha visto la nascita del movimento hippy. Il movimento dei figli dei fiori è ormai estinto da tempo, ma non lo è di certo “The Haight”, come viene chiamato dagli abitanti di San Francisco, oggi trasformato in un must-visit per tutti gli amanti del vintage e della cultura hippy.


Da fotografare le bellissime Painted Ladies, le famose case colorate.


La musica ha avuto un ruolo di vitale importanza in questo quartiere: qui è infatti possibile vedere la casa dei Grateful Dead, gruppo rock della metà degli anni Sessanta conosciuto insieme ad altri come uno principali promotori dell'acid rock, al numero 710 di Ashbury Street, e quella dei Jefferson Airplane, altro gruppo rock formatosi nel 1965, al numero 2400 di Fulton Street, dipinta di nero proprio dai componenti della band.


La parte orientale della collina hippy del Golden Gate Park è infine una tappa immancabile, dove George Harrison suonava la chitarra nella lontana estate del 1967, un ricordo nostalgico per tutti gli appassionati.


In Lyon Street 112 potete trovare la casa di Janis Joplin, che passò del tempo nella comune di Pine Street (1836 Pine Street) in quello che oggi è lo sciccoso Pacific Heights.

3° giorno: San Francisco - Mariposa - Yosemite Np - Mariposa (270 Km / 3h 10min)

San Francisco - Mariposa - Yosemite Np - Mariposa (270 Km / 3h 10min).jpg

Ritiro dell'auto a noleggio presso l'ufficio in aeroporto e partenza per raggiungere
Mariposa, graziosa cittadina posta in posizione ottimale per visitare lo Yosemite National Park, che
 è parte della Yosemite Valley, una valle che si è venuta a creare grazie all'erosione dei ghiacciai del fiume Merced e al distacco e sgretolamento di alcuni blocchi di granito, che hanno prodotto gli affascinanti monoliti che popolano oggi questa bellissima area naturale. 


Lo Yosemite National Park, uno dei parchi più belli della California, offre paesaggi montuosi, ricche foreste di coniferecascate che lo rendono indiscutibilmente un parco naturalistico incredibile.

Andrete alla scoperta di Half Dome, Bridalveil Falls e Yosemite  Falls.

Non tutti lo sanno, ma anche lo Yosemite possiede un'area dove si trovano le sequoie (e soprattutto il noto Grizzly Giant): si chiama Mariposa Grove of Giant Sequoias. La troverete a sud del parco, a una distanza di poco più di un'ora dalla Yosemite Valley vera e propria.

Tra i vari ingressi al parco, il più adatto a chi voglia vedere le sequoie di Yosemite è il South Gate, punto di accesso alla Mariposa Grove Road a pochi metri dall'ingresso del parco.


Pernottamento a Mariposa.

4° giorno: Yosemite Np - Tioga Road - Mono Lake - Bridgeport (2h)

 Yosemite Np - Tioga Road - Mono Lake - Bridgeport (2h).jpg

Oggi vi aspetta una giornata ricca di meraviglie. Partite attraversando il parco dello
Yosemite
lungo la strada panoramica Tioga Road lunga 64 miglia che collega Big Oak Flat a Lee Vining. Potrete godere di alcuni punti panoramici mozzafiato (state attenti ai  tempi di percorrenza).

Se Tioga Road dovesse risultare chiusa per inagibilità, proseguite verso Sonora e imboccate la 140 e poi la 120. La strada risulterà più lunga ma non ci sono alternative per attraversare la Sierra.


Fate una sosta a Olmsted Pointdotato di un
parcheggio immediatamente vicino. Da questo punto di osservazione potrete ammirare un panorama mozzafiato e, se vi avventurerete lungo il sentiero, scorgerete anche l'
Half Dome.


Arrivati poi a Lee Vining proseguite per un altro capolavoro della natura: il Mono Lake, un misterioso lago dai colori indescrivibili.

Si tratta di un lago alcalino di origine vulcanica. La grande presenza salina crea un paesaggio lunare fatto di torri di tufo che si innalzano verticali sulle sponde del lago.

Vengono organizzate escursioni per il bird watching, alle 8 di mattina, venerdì e sabato, dalla metà di maggio fino al Labor Day (all'inizio di settembre).

Il Visitor Center è chiuso da dicembre a marzo. L'intera area è percorribile attraverso degli itinerari durante i quali potrete esplorare l'habitat  ripristinato del Lee Vining Creek e i coni di cenere presenti. Le visite alle formazioni di tufo sono guidate da naturalisti 3 volte al giorno, nella South Tufa Area, dalla fine di giugno fino al Labor Day. Sono anche disponibili escursioni in kayak, presso Caldera Kayaks.


Proseguimento per Bridgeport per il pernottamento.

5° giorno: Bridgeport - Bodie - South Lake Tahoe (200 Km)

Bridgeport - Bodie - South Lake Tahoe (200 Km).jpg

Oggi tornate verso Dog Town per imboccare la strada 270, che vi condurrà a un altro luogo incredibile. La parte finale del tragitto è strada sterrata, quindi è consigliato procedere con calma.


Giungerete a Bodie, una ghost town eccezionalmente preservata, la più suggestiva e ben conservata cittadina Western che avrete mai occasione di visitare. Sicuramente visitarla è l'esperienza più evocativa del vecchio West.

Prendetevi il tempo necessario per perlustrare le case, avventurandovi nelle stanze fra i mobili e gli utensili del tempo.

La città fantasma è aperta da fine maggio a settembre dalle 9 alle 18 e durante il resto dell'anno dalle 9 alle 16 (controllate comunque sul sito ufficiale dei parchi statali californiani in caso gli orari cambiassero nel tempo).


Proseguite poi verso una delle aree naturali di maggiore fascino e interesse: Lake Tahoe,
incastonato tra le montagne della Sierra Madre e la Carson Ranger e diviso tra gli stati della California e del Nevada.

Le sue acque cristalline fanno da specchio alle vette circostanti e attraggono turisti da tutto il mondo. In quale altro luogo potreste respirare un'aria così pura e fine, la stessa respirata dagli angeli? Questa almeno era l'opinione del celebre scrittore Mark Twain.

Luogo ricco di fascino in qualsiasi stagione lo si voglia esplorare.


Pernottamento nei pressi del South Lake Tahoe.

6° giorno: Lake Tahoe - Lassen Volcanic Np - Redding (360 Km / 4h 30min)

Lake Tahoe - Lassen Volcanic Np - Redding (360 Km / 4h 30min).jpg

Proseguite in direzione nord per la visita del Lassen Volcanic National Park, il cui simbolo è il Lassen Peak, la montagna che si staglia contro il cielo blu, ora quasi senza vegetazione. 

L'ultima eruzione del vulcano  avvenne nel 1914 e durò 3 anni.

Dai sentieri del parco è possibile ammirare il panorama e studiare l'effetto dell'attività vulcanica, e da qui partire alla scoperta di laghi e di chilometri di rigogliosa foresta.


A seguire, partenza verso la tranquilla e accogliente città di Redding, dove troverete uno dei più incredibili ponti di tutta la California, il magnifico ponte pedonale.


Pernottemento a Redding.

7° giorno: Redding - Shasta Lake - Redwood Np (345 Km / 4h)

Redding - Shasta Lake - Redwood Np (345 Km / 4h).jpg

Partenza per lo Shasta Lake, il più grande lago della California.


Consigliata anche la
visita guidata alle
Lake Shasta Caverns, un universo incredibile sotterraneo in formazione da 250 milioni di anni con i suoi suggestivi letti di lava.


Proseguite verso la costa, alla scoperta del Redwoods National Park, il più importante tra i parchi nati per proteggere la metà delle sequoie costiere del mondo. Tre parchi pubblici, Jedediah Smith, Del Norte Coast e Prairie Creek, collaborano tra loro e con il Redwoods National Park per  proteggere la regione.

Il parco è stato usato come set cinematografico in numerosi film. Nella saga di Guerre stellari, le scene della luna boscosa di Endor che si vedono nel film Il ritorno dello Jedi sono stati girati nella macchia di sequoie giganti nella parte settentrionale di Humboldt County. Alcune scene di Il mondo perduto, Jurassic Park e altre di Virus letale sono state filmate nel vicino parco statale di Prairie Creek Redwoodsed e in quello di Patrick's Point.


Pernottamento a Eureka.

8° giorno: Redwoods Np - Eureka - Mendocino - Bodega Bay ( 310 Km / 4h 15min)

Redwoods Np - Eureka - Mendocino - Bodega Bay ( 310 Km / 4h 15min).jpg

Eureka è la più grande città costiera tra San Francisco e Portland, Oregon, affascinante
per gli edifici in stile vittoriano mirabilmente restaurati della old town e per la vivacità del porto marittimo.


Partenza da Eureka, con prima tappa allo Homboldt Redwoods State Park, che ospita la Rockefeller Forest, 96 kmq della più grande foresta di sequoie costiere del pianeta. 


Proseguite sulla costa per raggiungere Fort Bragg, nominato tra i California
Historical Landmark
, fondato prima della guerra di secessione americana come insediamento per una guarnigione, ora meta di turisti per le sue viste fenomenali sull'oceano.


Proseguimento per Mendocino, una delle cittadine più scenografiche della North Coast.

Costruito sulle scogliere che si ergono sopra un mare di un blu intenso, questo borgo sulla costa rappresenta un richiamo irresistibile per artisti, inguaribili romantici e amanti di tutto ciò che è selvaggio e incontaminato. Cottage di legno disposti in modo ordinato avvolti da un profumo di rose e delimitati da staccionate, campanelli che tintinnano mossi dalla brezza marina: Mendocino è la cittadina californiana che più ricorda il New England. 


Trasferimento a Gualala per il pernottamento.

9° giorno: Gualala - Bodega Bay - Point Reyes Ns - San Francisco - Monterey (310 Km / 3h 40min)

Gualala - Bodega Bay - Point Reyes Ns - San Francisco - Monterey (310 Km / 3h 40min).jpg

Partenza seguendo la suggestiva e scenografica Pacific Coast Highway in direzione sud verso la San Francisco Bay Area.


Tutta la costa è puntellata da tipici villaggi marinari.

Immancabile una sosta a Bodega Bay, primo insediamento russo e uno dei più caratteristici borghi di questo tratto di costa, reso immortale dal grande Alfred Hitchcock che vi ambientò il suo classico film Gli uccelli.


Proseguite per il Point Reyes National Seashore, un promontorio che “spezza” il Pacifico tra scogli rocciosi e grandi spiagge sabbiose, falesie coperte di verde e lagune interne, che ospita oltre 1500 differenti specie di animali e piante autoctoni.


Da Bodega Bay arrivate alla contea di Marin, che regala viste suggestive su faraglioni e scogliere. La zona è conosciuta come “Golfo dei Faraglioni” e fa parte dell'area naturale protetta Greater Farallones National Marine Sanctuary.

Gli amanti dei fari invece potranno godersi uno degli esemplari più scenografici e conosciuti della California, il Point Reyes Lighthouse.


Se scegliete di non attraversare la città di San Francisco, prendete la I-580 E, I-880 S, US-101 S e CA-1 S in direzione di Del Monte Ave fino a Monterey; se invece scendete e volete oltrepassare il Golden Gate e proseguire per la costa (panorami mozzafiato), tenete presente che il ponte è a pagamento.


Proseguimento per Monterey e pernottamento.

10° giorno: Monterey - Carmel - Big Sur - San Simeon - Morro Bay - Pismo Beach

Monterey - Carmel - Big Sur - San Simeon - Morro Bay - Pismo Beach.jpg

Visita di Monterey, cittadina portuale resa celebre dai romanzi di John Steinbeck, come Cannery
Row
(l'omonima strada di Monterey).

Da non perdere il Fisherman's Wharf con la zona  dei pescherecci e i negozi.

Davanti al molo, il Custom House Plaza è uno degli edifici più antichi e ospita una collezione di documenti e reperti dell'antica California.

Ricca di negozietti, Monterey è anche famosa per il Monterey Bay Aquarium, che comprende la nuova mostra Tentacles. 


Da Monterey parte la meravigliosa strada panoramica 17-Mile Drive (a pagamento).

Da
non perdere il “Lone Cypress”, un cipresso solitario posizionato su una roccia che si  staglia sull'oceano e Pebble Beach, zona molto amata dai golfisti super esclusiva, famosa a livello mondiale, e ovviamente Carmel.

In questa zona potrete inoltre vedere molte lontre, foche, leoni marini.

Una passeggiata sulla meravigliosa spiaggia a mezzaluna non potrà mancare.


Partite da Carmel e fermatevi a Point Lobos, una riserva naturale a 6 km a sud di Carmel: 220 ettari di calette, promontori, prati, vasche naturali che si riempiono con la marea; è la prima riserva di foreste di kelp alte 20 metri.

Ci sono sentieri tra i cipressi, 250 specie di uccelli, cervi, volpi e lontre.


Vale la pena esplorare la zona del Julia Pfeiffer Nurns State Park. Se scendete alla caletta sottostante, potrete vedere la McWay Fall (30 metri) che si riversa nell'oceano.


Partite per Big Sur, un tratto di strada costiera spettacolare che si estende per 145 km da Carmel a San Simeon, che negli anni Sessanta fu il rifugio di molti artisti cantanti e hippy.


Troverete lungo la strada il Garrepata State Park, un parco naturale con numerosi percorsi da percorrere a piedi e una delle spiagge più accessibili  della costa.


Passerete il Bixby Bridge, dove vi si aprirà una vista pazzesca.


Poco più a sud, seguendo la strada, troverete il rifugio delle lontre.


Proseguendo, ci sarà un susseguirsi di calette fino ad arrivare a San Simeon, dove avrete la possibilità di visitare l'Hearst  Castle.


Lungo la costa un'altra tappa è Cambria Moonstone Beach, una spiaggia di piccole pietre dove è possibile trovare pezzetti di giada.


Arrivate a Morro Bay, dove potrete ammirare un cono vulcanico di 23 milioni di anni fa, e a Pismo Beach, una località molto graziosa dove vi fermerete per il pernottamento.

11° giorno: Pismo Beach - Santa Barbara

Pismo Beach - Santa Barbara.jpg

Dopo colazione potete godere delle bellezze di Santa Barbara.


In alternativa potete visitare le Channel
Islands
, le“Galapagos del Nordamerica”, un gruppo di isole tutelate come parco nazionale per la natura incontaminata e il particolare ecosistema.

Queste isole sono prive di alloggi, negozi o ristoranti: un luogo in grado di attirarvi senza troppi fronzoli. Il fascino di questo santuario nell'oceano ruota attorno al magnifico scenario, alla solitudine e alla possibilità di staccarsi completamente dalla vita moderna.

Valutate l'idea di compiere un tour su queste splendide isole, che si raggiungono facilmente da Ventura. Questo parco nazionale permette di fare escursioni in kayak, di praticare pesca subacquea o semplicemente di andare in esplorazione, tramite appositi operatori presso Ventura (come Island Packers) o Santa Barbara (come Truth Aquatics). Oltre a fare snorkeling, kayak, immersioni per vedere i meravigliosi fondali corallini, trekking sulle isole, grazie a escursioni in barca potrete andare alla ricerca degli angoli più incontaminati dell'arcipelago. 

In primavera e in autunno potrete assistere al passaggio di balene e orche, mentre le acque sono abitualmente abitate da leoni marini, delfini e squali e sono sorvolate da aquile testa bianca


Pernottamento a Santa Barbara.

12° giorno: Santa Barbara - Los Angeles (155 Km / 2h)

Santa Barbara - Los Angeles (155 Km / 2h).jpg

Partenza per Malibu, la leggendaria spiaggia del surf.

Dal Malibu Pier è possibile
fare una passeggiata sulla spiaggia per vedere tutta la zona circostante.


Raggiungete Zuma Beach, una delle spiagge più belle.


Proseguite verso Santa Monica e poi Venice Beach, spiaggia famosa in tutto il mondo, dove artisti di strada e venditori ambulanti creano un'atmosfera eccezionale che descrive perfettamente l'anima di questa zona.


Verso sera raggiungete West Hollywood per il pernottamento (2 notti).

13° giorno: Los Angeles

Los Angeles.jpg

Giornata a disposizione per esplorare Los Angeles, “la città degli angeli”, sterminato
agglomerato di varie cittadine collegate dalle immense freeways a 6 corsie.


Da non perdere: i parchi divertimenti, da Universal Studios a Disneyland; Hollywood e West Hollywood, le mete più puramente turistiche con i loro punti imperdibili, come il leggendario Chinese Theater, Sunset Boulevard, il Walk of Fame con le impronte delle star.


Da vedere la storica e vibrante Downtown e la sua naturale estensione LA Live, nuove intriganti destinazioni.


Potrete inoltre visitare il Getty Museum, che colleziona disegni, sculture, manoscritti e fotografie provenienti dall'Europa. 

14° giorno: Los Angeles (volo) Italia

Los Angeles (volo) Italia.jpg

In base all'orario del vostro volo di ritorno, mattinata a disposizione per visitare Los Angeles.


Trasferimento all'aeroporto e riconsegna dell'auto in tempo utile per il volo di rientro.


APPUNTI DI VIAGGIO



California Welcome Center

Per localizzare i visitor center cercate il cartello con la sagoma dell'orso lungo le strade californiane. Troverete brochure, mappe, esperti di viaggio locali e molto ancora.


Tioga Road e Tioga Pass

La strada panoramica che attraversa lo Yosemite permette di andare verso ovest oltrepassando il Tioga Pass, che si trova proprio lungo la Tioga Road. Che voi veniate da ovest o al contrario, dovrete percorrere questa meravigliosa strada lunga 64 miglia che collega Big Oak Flat a Lee Vining. Il tempo di percorrenza senza fermarsi mai (da Crane Flat Campground a Lee Vining) è di circa 1 ora e mezza, ma sarà difficile non fermarsi per almeno una tappa, visti i magnifici panorami che offre.

Solitamente la strada chiude la seconda metà di ottobre e riapre verso la fine di maggio: ovviamente non ci sono date esatte, ma dipende dal clima annuale: quando la neve si scioglie e i mezzi possono passare a pulire la strada, questa viene riaperta.

Potrebbe capitare che venga aperta in fasce orarie limitate, per questo consultate il sito ufficiale prima di percorrerla: www.nps.gov/yose/planyourvisit/tiogaopen.htm


National Parks Pass

L'ingresso ai parchi è a pagamento, ma non si paga a persona bensì a veicolo. Se avete intenzione di visitare almeno 3 parchi, allora conviene acquistare il National Parks Pass, che costa $ 80 e ha validità 1 anno. Quando raggiungete la prima tappa da voi prescelta, richiedete il National Parks Pass. 

Il National Parks Pass sarà dunque una soluzione conveniente per chi visita almeno 3 parchi (escluse le aree suddette). Per vedere i parchi inclusi nel pass, seguite il link www.nps.gov/aboutus/entrance-fee-prices.htm



LA QUOTA INCLUDE



  • voli intercontinentali a/r con bagaglio in stiva
  • 13 pernottamenti con prima colazione
  • tasse aeroportuali (l'importo può variare fino all'emissione dei biglietti)
  • noleggio auto Nissan Versa (o similare) con chilometraggio illimitato e tassa one way inclusa
  • secondo guidatore
  • assicurazione spese mediche illimitate, infortuni € 50.000, responsabilità civile € 100.000, bagaglio € 1000


LA QUOTA NON INCLUDE



  • carburante, pedaggi, parcheggi
  • autorizzazione Esta da richiedere online
  • eventuali tasse di soggiorno da pagare in loco
  • assicurazione annullamento (facoltativa)
  • tutto quanto non espressamente indicato in “La quota include”


Costi



Quota per persona in camera doppia da € 2450

volo + noleggio auto + 13 pernottamenti con colazione + assicurazione


Itinerario completamente personalizzabile.


Vuoi ricevere tutte le nostre offerte?
Iscriviti alla newsletter

Privacy

74 srl - P.IVA 04136790237 - [email protected]
Autorizzazione Agenzia Viaggi n. 4167 Provincia di Verona
Polizza RC Allianz Global Assistance n. 196646