USA

Stati Uniti: California E Le Meraviglie Dell'ovest

Self Drive

Formula Volo + Soggiorno

21 giorni e 20 notti

Quotazioni disponibili da Aprile 2019 fino a Gennaio 2020

America del Nord

USA

a partire da 3000 €

Cell. 338 6704905
Tel. 045 8341329
Email [email protected]

Sara Padovani

Il tuo consulente
Vedi i miei viaggi

(23 voti)

Los Angeles, il Joshua Tree National Park, la Monument Valley, il Grand Canyon, l'Horseshoe Bend, l'Antelope Canyon, i pueblo del New Messico dove la terra è rossa e lo sguardo si perde nell'infinito, e poi San Francisco e via lungo la costa californiana. Un viaggio sorprendente nelle meraviglie dell'Ovest americano.


PROGRAMMA


1° giorno: Italia (volo) Los Angeles

Italia (volo) Los Angeles.jpg

Partenza dall'Italia con volo per Los Angeles, “la città degli angeli”. All'arrivo, ritiro dell'auto a noleggio e trasferimento in hotel.


Uscite verso sera e immergetevi nella vita notturna di Los Angeles. Sul Sunset Boulevard potrete trovare locali leggendari come il Raimbow, il Whisky a Go Go e il Viper Room.


Pernottamento (2 notti) all'hotel Grafton on Sunset*** (o similare).

2° giorno: Los Angeles

Los Angeles.jpg

Giornata dedicata alla visita di Los Angeles.


Potete cominciare da HollywoodMentre passeggiate, non potrete fare a meno di guardare a lungo a terra, dove il Walk of Fame commemora le più grandi celebrità con le iconiche stelle a cinque punte in marmo e ottone incastonate nei marciapiedi di Hollywood Boulevard e Vine Street. 


Oltre al Walk of Fame, sull'Hollywood Boulevard  troverete musei, teatri e attrazioni.

Visitate Hollywood & Highland, dove si trova il  Dolby Theatre (location della cerimonia degli Academy Awards) e i TCL Chinese Theatres, ma anche celebri marchi come Louis Vuitton e il trendy OHM Nightclub.


Andate nel backstage agli Universal Studios per scoprire i segreti del cinema visitando i set cinematografici con un tour. Con la VIP Experience, inoltre, avrete la possibilità di salire sul palcoscenico e di visitare la sala della scenografia. 

Potrete volare nel cielo di Hogwarts, con l'entusiasmante attrazione di Harry Potter and the Forbidden Journey.


Se avanzate tempo, potete risalire lungo le Hollywood Hills su Mulholland Highway, da dove potrete godere di stupendi panorami sulla scritta più iconica di tutti gli Stati uniti, dal Griffith Observatory e da Lake Hollywood Park.

Quando si parla di icone, questa enorme scritta non è seconda a niente e a nessuno. Nata nel 1923 per pubblicizzare un progetto immobiliare (Hollywoodland), l'enorme scritta, che perse le ultime quattro lettere nel 1949, fu restaurata nel 1978 (sotto l'impulso di Hugh Hefner, il creatore di «Playboy»).

3° giorno: Los Angeles - Pioneertown - Joshua Tree Np (220 Km / 2h 25min)

Los Angeles - Pioneertown - Joshua Tree Np (220 Km / 2h 25min).jpg

Oggi partenza per il viaggio on the road in direzione Palm Springs, cittadina gradevole in cui passeggiare (al di là del caldo, che in estate non perdona).

Camminare lungo i viali costellati da palme e villette è già di per sé una piacevole esperienza, tuttavia in città vi sono alcune cose interessanti che potreste non notare.

Inoltre Palm Springs è affascinante perché è rifugio di molti personaggi famosi e ricchi. La cittadina pullula di ville e abitazioni di personaggi importanti.


Proseguite poi verso il Joshua Tree National Park, un parco spettacolare e molto particolare. È possibile visitarlo con l'auto (ritirate la mappa al visitor center).

Vi basterà entrare, seguire la strada (nella maggior parte dei casi asfaltata e in ottime condizioni) e dare un'occhiata alla cartina di tanto in tanto, e in 3-4 ore potrete percorrere le strade principali del parco e farvi un'idea dell'area.

Anche se visiterete il parco in auto, per godervi davvero alcune delle sue meraviglie dovrete comunque fare qualche breve escursione, niente di impegnativo, si tratta per lo più di brevi passeggiate che vi condurranno dal parcheggio alla meta. Ovviamente sono possibili anche escursioni più impegnative, per godere di alcuni luoghi splendidi non accessibili in auto.


Pernottamento al Pioneertown Motel (o similare).

4° giorno: Pioneertown - Deserto Di Sonora - Sedona (645 Km / 6h)

Pioneertown - Deserto Di Sonora - Sedona (645 Km / 6h).jpg

Oggi guiderete attraverso il deserto di Sonora, che possiede un ecosistema diverso dal resto del paese, con migliaia di specie animali e piante, inclusi i torreggianti cactus saguaro.

Si tratta di uno dei deserti più estesi e più roventi del Nord America, e comprende Arizona, California e la regione messicana di Sonora, patrie delle tribù di nativi americani.

Il deserto di Sonora è una meta incantevole per scoprire paesaggi mozzafiato e culture antiche.


Il viaggio prosegue verso Sedona, alla volta dello spettacolare Red Rock State Park. Situata in un'area geologica unica, Sedona è circondata da caratteristiche rocce monolitiche di colore rosso.


Pernottamento al Sedona Real Inn*** (o similare).

5° giorno: Sedona - Grand Canyon (175 Km / 2h)

Sedona - Grand Canyon (175 Km / 2h).jpg

Colazione in hotel. Partenza attraverso l'Oak Creek Canyon, un parco naturale rilassante e piacevole.

La particolarità è rappresentata dalla roccia rossa tipica del posto.


Giungerete al Parco Nazionale del Grand Canyon, una delle sette meraviglie del mondo. Godetevi lo spettacolo della natura seguendo il South Rim.

Giunti al parco, avrete tutto il tempo per qualche camminata e per recarvi ai numerosi punti panoramici, come il Desert View, Buggeln, Grandview Point, Mather Point, Yavapai Point, Hopi Point, Shoshone Point e Hermits Rest.

Non perdetevi il tramonto. Uno spettacolo unico!


Pernottamento all'hotel Yapavay East** (o similare).

6° giorno: Grand Canyon - Riserva Hopi - Deserto Dipinto - Zuni Pueblo - Grants (590 Km / 6h 15min)

Grand Canyon - Riserva Hopi - Deserto Dipinto - Zuni Pueblo - Grants (590 Km / 6h 15min).jpg

Partenza dall'albergo per una giornata di viaggio particolarmente lunga, ma ne varrà assolutamente la pena.


Partite in direzione Cameron, passando per Tuba City, e imboccate la 264 verso la riserva Hopi. La riserva Hopi si trova in Arizona ed è conosciuta per tre importanti altipiani, chiamati rispettivamente First, Second e Third Mesa. Inoltre, potrete ammirare un canyon, il Keams, dal nome del fondatore del villaggio che qui si è sviluppato (nella riserva viene chiesto di non fotografare). Una sosta nel piccolo pueblo Walpi a circa metà strada è l'ideale.


Giunti a Jeddito, prenderete la 77 per attraversare il Painted Desert (deserto dipinto) e giungere alla Foresta Pietrificata, che si attraversa prendendo la 66 Sun Valley fino a raggiungere Sanders e poi Zuni Pueblo.

Alcune raccomandazioni: nella maggior parte dei pueblo non si può fotografare, a meno che non veniate esplicitamente autorizzati a farlo o acquistiate un permesso apposito.


Proseguimento per Grants per il pernottamento presso l'hotel Quality Inn & Suites** (o similare).

7° giorno: Grants - Acoma - Chaco Canyon - Bloomfield (335 Km / 4h 45min)

Grants - Acoma - Chaco Canyon - Bloomfield (335 Km / 4h 45min).jpg

Alla mattina visitate Acoma, probabilmente il più famoso pueblo nel New Mexico. Vanta una pozione privilegiata sulla Enchanted Mesa, che si erge sul territorio circostante. Si tratta della più antica cittadina abitata degli Stati Uniti, in cui oggi vive circa una cinquantina di persone; è possibile visitarla soltanto attraverso un tour con guida indiana a pagamento (se vorrete fotografare, dovrete acquistare un permesso apposito).


Proseguite per il Chaco Canyon. Si raggiunge con un tragitto di 16 miglia su strada sterrata (dopo County Road 7900/7950). Chaco Canyon era una volta la dimora delle ancestrali popolazioni Pueblos, ed è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità. Si consiglia di visitare il sito oppure di chiamare il visitor center per accertarsi delle condizioni della strada (https://www.nps.gov/chcu/index.htm).

Il giro del Chaco Canyon prevede spostamenti in auto per una decina di chilometri, e una serie di tragitti a piedi per visitare Path to Una Vida, Hungo Pavi, Chetro Ketl, Pueblo Bonito, Pueblo del Arroyo, Kin Kletso e Casa Rinconada prende 2-3 ore.


Pernottamento a Bloomfield al Best Western Territorial Inn & Suites*** (o similare).

8° giorno: Bloomfield - Mesa Verde (135 Km / 1h 40min)

Bloomfield - Mesa Verde (135 Km / 1h 40min).jpg

Oggi la strada non è molta, ed è possibile dedicare del tempo al Salmon Ruins Museum, un antico sito di Chacoan e Pueblo.


Si prosegue per visitare il parco nazionale Mesa Verdeconosciuto in tutto il mondo per i cliff dwellings, antichi villaggi rupestri incastonati all'interno di nicchie rocciose e incredibilmente ben conservati, tanto da rappresentare alcuni dei siti archeologici più interessanti del Nord America.

Il giro panoramico del parco Mesa Verde (circa 90 km) richiederà 3-4 ore. Tappe previste, arrivando da sud: Chapin Mesa Archeological Museum, Spruce Three House, Cliff Palace, Balcony House, Long House, Geologic Overlook, Park Point Overlook, Montezuma Valley Overlook.


Pernottamento in zona al Far View Lodge*** (o similare).

9° giorno: Mesa Verde - Canyon De Chelly (235 Km / 2h 30min)

Mesa Verde - Canyon De Chelly (235 Km / 2h 30min).jpg

Partenza al mattino da Mesa Verde al Canyon De Chelly

Il tour panoramico in auto che tocca i 10 punti più belli è di 50 miglia (circa 80 km). Massacre Cave Overlook, Mummy Cave Overlooke Antelope House Overlook danno il meglio di sé alla mattina, quindi conviene partire alle 7:30-8:00; Tunnel Overlook, Tsegi Overlook, Junction Overlook, White House Overlook, Sliding House Overlook e Spider Rock Overlook sono più affascinanti al pomeriggio. Splendido il tramonto sui due pinnacoli dello Spider Rock.


Pernottamento in zona, possibilmente a Chinle all'hotel Holiday Inn*** (o similare).

10° giorno: Chelly - Monument Valley (160 Km / 1h 50min)

Chelly - Monument Valley (160 Km / 1h 50min).jpg

Oggi si parte per la Monument Valley. La via più breve è prendendo la 191 poi la 59, ma se desiderate vedere la Monument Valley da Forrest Gump Point  (Scenic Byway 163), la strada sarà di circa 40 minuti più lunga.

Luogo iconico con i tre moniliti di sabbia rossa, è un'immagine famosa grazie ai numerosi film western che l'hanno scelta non a caso per i loro sfondi.

Tenete presente che nella riserva navajo nel periodo primavera-estate vige l'ora legale, dunque c'è una differenza di un'ora dalle zone e città circostanti.

Ricordate inoltre che  la Monument Valley non è inclusa nel National Parks Pass, il biglietto d'ingresso costa $ 20 dollari per macchina fino a 4 persone.

Conviene partecipare a un tour organizzato, magari quello al tramonto, che parte alle 15:30 (costo $ 82 a persona non  incluso), così potrete ammirare le rocce accendersi di rosso come in un film di John Ford.


Pernottamento al The View*** (in base a disponibilità), unico albergo all'interno del parco, dove potrete ammirare un'alba che non dimenticherete mai dal vostro balcone.

11° giorno: Monument Valley - Page - Antelope Canyon - Horseshoe Bend - Kanab (350 Km / 3h 50min)

Monument Valley - Page - Antelope Canyon - Horseshoe Bend - Kanab (350 Km / 3h 50min).jpg

Dopo il riveglio all'alba, proseguimento per la città di Page, nella zona del Lake Powell.


Fare una sosta per la visita guidata di Antelope Canyon e le sue incredibili formazioni geologiche, un'escursione esclusivamente realizzabile con guida Navajo (inclusa, orario da confermare).

La luce del giorno che penetra nel canyon crea uno degli effetti più fotografati di tutti gli Stati Uniti. 

L'Antelope Canyon apre alle 8 (ma attenzione al fuso orario!). 


Nel pomeriggio, potrete visitare uno dei punti più scenografici del Colorado River, Horseshoe Bend, a forma di ferro di cavallo.

Dal centro di Page si fanno appena 4,5 miglia sulla Highway 89, per un totale di circa 10 minuti d'auto. Dopodiché vi aspetta una passeggiata di circa 20 minuti, prima di poter godere dello spettacolo. Non ci sono prenotazioni da effettuare, code da affrontare o biglietti da pagare: basta semplicemente scegliere l'orario migliore per visitarlo.


Pernottamento a Kanab all'Aiken's Lodge Kanab** (o similare).

12° giorno: Kanab - Zion National Park - Las Vegas (335 Km / 3h 40min)

Kanab - Zion National Park - Las Vegas (335 Km / 3h 40min).jpg

Il viaggio prosegue verso lo Zion National Park, a mezz'ora da Kanab. Potrete ammirare massicce montagne le cui forme sono state plasmate dall'azione del vento, del tempo e del fiume Virgin.

Tempo a disposizione per esplorare questo magnifico parco.

Da aprile a fine ottobre la Zion Canyon Scenic Drive è chiusa al traffico delle auto, per cui occorre parcheggiare la macchina e utilizzare lo shuttle gratuito in partenza dallo Zion Canyon Visitor Center o dal Visitor Center di Springdale. Ma il parco si attraversa nel punto più panoramico lungo la Zion-Mount Carmel Highway (UT-9), che si percorre in mezz'ora.


Proseguite per raggiungere Las Vegas. Serata a disposizione per godere delle sfavillanti luci della città in mezzo al deserto.


Pernottamento all'hotel Hard Rock**** (o similare).

13° giorno: Las Vegas - Death Valley (395 Km / 4h 15min)

Las Vegas - Death Valley (395 Km / 4h 15min).jpg

Oggi si parte attraverso la Death Valley. Nella Valle della Morte, la massa terrestre più bassa del Nord America, a 86 m sotto il livello del mare, le temperature e le condizioni meteorologiche sono estreme: in estate la temperatura supera spesso 48 °C.

Per prima cosa fate una visita al centro visitatori per prendere la mappa, dove potrete individuare alcuni punti d'osservazione e meraviglie naturali che sarebbe un peccato non godersi. Si trovano lungo la Badwater Road (Badwater Basin, Painter's Palette), altre vicino a Stovepipe Wells (Mesquite Flat Dunes), altre ancora sulla hwy 190 tra Furnace Creek e Death Valley Junction (Zabriskie Point, Dante's View) o in zone più remote e difficilmente raggiungibili.

Giro e soste nei punti più belli (3-4 ore): Dante's View, Zabriskie Point, Golden Canyon, Artist's Palette, Badwater Basin e Mesquite Flat Sands.


Proseguimento verso Ridgecrest per il pernottamento all'hotel Quality Inn** (o similare).

14° giorno: Ridgecrest - Sequoia National Park - Visalia (315 Km / 3h 40min)

Ridgecrest - Sequoia National Park - Visalia (315 Km / 3h 40min).jpg

Partenza da Ridgecrest per raggiungere il Sequoia National Park, a cui si accede dalla Ash Mountain Entrance. La visita delle sequoie prevede spostamenti in auto per 25 miglia (circa 40 km) in un un'ora e un quarto in auto.

Visitate il Moro Rock, passate il tunnel nella sequoia, salite a Crescent Meadows e concludete il tour al General Sherman Tree, l'albero più grande al mondo.


Procedete verso Visalia, a circa 45 minuti dal parco, per il pernottamento all'hotel Lamp Liter Inn*** (o similare).

15° giorno: Visalia - San Francisco (420 Km / 4h 30min)

Visalia - San Francisco (420 Km / 4h 30min).jpg

Partenza al mattino presto per l'iconica San Francisco, una delle città più amate d'America, un vero mosaico di quartieri.


Recatevi al famosissimo Fisherman's Wharf, letteralmente il “pontile del pescatore”, collegato benissimo con la rete dei trasporti.

La prima attrazione da vedere è il Pier 39, con i suoi negozietti tipici e i ristoranti di pesce. Potrete inoltre vedere i numerosi leoni marini che hanno trovato casa sui pontili, l'Acquarium of the Bay, il Madam Tussaud e il San Francisco Dungeon, che ripercorre la storia della città.


Una visita consigliata è sicuramente Alcatraz, nel cuore della baia di San Francisco, che è la prigione più famosa al mondo (prenotazione obbligatoria da effettuare circa 3 mesi dal giorno della partenza).


Da vedere inoltre North Beach, il quartiere italiano, dove sono nati i primi movimenti della beat generation, il cui spirito si può respirare nella libreria City Light, il quartiere cinese (Chinatowm), uno dei più grandi del paese, considerato uno dei quartieri più affascinanti degli Stati Uniti.


Pernottamento (3 notti) all'hotel Cow Hollow Inn** (o similare).

16° giorno: San Francisco

San Francisco.jpg

Altra giornata a disposizione per la visita di San Francisco.


Oggi potete visitare il quartiere Union Square a sud di Chinatown, il Downtown di San Francisco, dove potete trovare i negozi con le grandi marche.


Un quartiere al quale non si può proprio rinunciare è Haight AshburyL'intenso odore dell'incenso che invade le narici, negozi coloratissimi e colmi di oggetti tipicamente vintage ma non per questo meno stravaganti, insegne decorate con colori sgargianti e scritte altamente retro vi conquisteranno.

Haight Ashbury è il celebre quartiere di San Francisco che negli anni Sessanta ha visto la nascita del movimento hippy. Il movimento dei figli dei fiori è ormai estinto da tempo, ma non lo è di certo “The Haight”, come viene chiamato dagli abitanti di San Francisco, oggi trasformato in un must-visit per tutti gli amanti del vintage e della cultura hippy.

Da fotografare le bellissime Painted Ladies, le famose case colorate.

La musica ha avuto un ruolo di vitale importanza in questo quartiere: qui è infatti possibile vedere la casa dei Grateful Dead, gruppo rock della metà degli anni Sessanta conosciuto insieme ad altri come uno principali promotori dell'acid rock, al numero 710 di Ashbury Street, e quella dei Jefferson Airplane, altro gruppo rock formatosi nel 1965, al numero 2400 di Fulton Street, dipinta di nero proprio dai componenti della band.

La parte orientale della collina hippy del Golden Gate Park è infine una tappa immancabile, dove George Harrison suonava la chitarra nella lontana estate del 1967, un ricordo nostalgico per tutti gli appassionati.

In Lyon Street 112 potete trovare la casa di Janis Joplin, che passò del tempo nella comune di Pine Street (1836 Pine Street) in quello che oggi è lo sciccoso Pacific Heights.

17° giorno: San Francisco

San Francisco.jpg

Altra giornata a disposizione a San Francisco.


Una bella idea è quella di noleggiare delle biciclette e attraversare il Golden Gate per raggiungere Sausalito e Tiburon, la località turistica più sciccosa della baia, a nord del Golden Gate Bridge: ci sono ristorantini, negozietti, affascinanti vedute e una moltitudine di turisti.

Pedalando in andata sul Golden Gate e mettendo la bici sul traghetto al ritorno trascorrerete una piacevole giornata godendovi le bellezze di San Francisco.

18° giorno: San Francisco - Half Moon Bay - Santa Cruz - Monterey - Carmel (200 Km / 2h 50min)

San Francisco - Half Moon Bay - Santa Cruz - Monterey - Carmel (200 Km / 2h 50min).jpg

Partendo da San Francisco inizierete una strada panoramica (California Route 1) lungo la costa.


A soli 45 minuti dalla città vi troverete ad Half Moon Bay, dove una sosta è d'obbligo. Questa scogliera che si innalza sulla spiaggia dorata è un vero incanto e l'oceano si manifesta in tutta la sua magnificenza.


Proseguite per Santa Cruz, con il suo lungomare animato stile anni Sessanta, poi tappa consigliata a Capitola Beach, località molto carina.


La prossima tappa è Monterey, con visita libera della cittadina portuale celebre per i romanzi di John Steinbeck.


Proseguite per Carmel per il pernottamento all'hotel Carmel Bay View Inn*** (o similare).

19° giorno: Carmel - Big Sur - San Simeon - Morro Bay - Pismo Beach - Santa Barbara (365 Km / 4h 40min)

Carmel - Big Sur - San Simeon - Morro Bay - Pismo Beach - Santa Barbara (365 Km / 4h 40min).jpg

Partite da Carmel e fermatevi a Point Lobos, una riserva naturale a 6 km a sud di Carmel di 220 ettari di calette, promontori, prati, vasche naturali che si riempiono con la marea; è la prima riserva di foreste di kelp alte 20 metri.

Ci sono sentieri tra i cipressi, 250 specie di uccelli, cervi, volpi e lontre.


Vale la pena esplorare la zona del Julia Pfeiffer Nurns State Park. Se scendete alla caletta sottostante, potrete vedere la McWay Fall (30 metri) che si riversa nell'oceano.


Partite per Big Sur, un tratto di strada costiera spettacolare che si estende per 145 km da Carmel a San Simeon. Negli anni Sessanta fu il rifugio di molti artisti, cantanti e hippy.


Troverete lungo la strada il Garrepata State Park, un parco naturale con numerosi percorsi da percorrere a piedi e una delle spiagge più accessibili della costa.


Passerete il Bixby Bridge, dove vi si aprirà una vista pazzesca.


Poco più a sud, seguendo la strada, troverete il rifugio delle lontre.


Proseguendo, ci sarà un susseguirsi di calette fino ad arrivare a San Simeon, dove avrete la possibilità di visitare l'Hearst Castle.


Lungo la costa un'altra tappa è Cambria Moonstone Beach, una spiaggia di piccole pietre dove è possibile trovare pezzetti di giada.


Si arriva a Morro Bay, dove potrete ammirare un cono vulcanico di 23 milioni di anni fa, e Pismo beach, una località molto graziosa.


Proseguite verso Santa Barbara. Tappa consigliata Solvang, un villaggio in stile danese.


Arrivate a Santa Barbara. Da non perdere: la Santa Barbara Mission, antica missione spagnola, e il Presidio, simboli della colonizzazione spagnola del Camino Real, nonché lo spettacolare lungomare dominato dallo Steams Wharf.


Pernottamento al Cost Village Inn** (o similare).

20° giorno: Santa Barbara - Los Angeles (155 Km / 2h 10min)

Santa Barbara - Los Angeles (155 Km / 2h 10min).jpg

Partenza per Malibu, la leggendaria spiaggia del surf.

Dal Malibu Pier è possibile fare una passeggiata sulla spiaggia per vedere tutta la zona circostante.


Raggiungete Zuma Beach, una delle spiagge più belle.


Proseguite verso Santa Monica e poi Venice Beach, spiaggia famosa in tutto il mondo, dove artisti di strada e venditori ambulanti creano un'atmosfera eccezionale che descrive perfettamente l'anima di questa zona.


Pernottamento all'hotel Baymont Inn** (o similare) zona aeroporto. 

21° giorno: Los Angeles (volo) Italia

Los Angeles (volo) Italia.jpg

Trasferimento all'aeroporto e riconsegna dell'auto in tempo utile per il volo di rientro.


APPUNTI DI VIAGGIO



Il Joshua Tree National Park è veramente unico e affascinante, a tratti quasi surreale. È possibile visitarlo attraversandolo in auto, fermandosi in alcuni punti panoramici. Vi basterà entrare e seguire la strada: in circa 4 ore riuscirete a percorrere le strade principali.

Ricordatevi che siete nel deserto, quindi portatevi abbondante acqua e tenete a mente che ci sono animali pericolosi, come serpenti a sonagli e scorpioni. Se fate qualche escursione, controllate sempre dove mettete i piedi!


L'ingresso ai parchi è a pagamento, ma non si paga a persona bensì a veicolo. Se avete intenzione di visitare almeno 5 parchi, allora conviene acquistare il National Parks Pass, che costa $ 80 e ha validità 1 anno. Quando raggiungete la prima tappa da voi prescelta, richiedete il National Parks Pass.

Il Pass vi permetterà di entrare a tutte le attrazioni con una sola eccezione: i parchi delle riserve indiane, come la Monument Valley e l'Antelope Canyon. Questo è dovuto al fatto che i bellissimi parchi nelle riserve sono gestiti dagli indiani (Navajo, Hualapai o altri) e non direttamente dal National Park Service. Il National Parks Pass sarà dunque una soluzione conveniente per chi visita almeno 3 parchi (escluse le aree suddette).

Per vedere i parchi inclusi nel pass, seguite il link https://www.nps.gov/aboutus/entrance-fee-prices.htm 


Acoma, in New Mexico, si può visitare soltanto attraverso un tour con guida indiana a pagamento. Se vorrete fare foto, dovrete acquistare un permesso apposito. Per eventuali ulteriori informazioni e per acquistare il vostro lasciapassare per Acoma dovete rivolgervi allo Sky City Cultural Center & Haak'u Museum.

Il tour generale ha una durata di quasi 2 ore, ma è possibile scegliere di visitare anche solo la Missione.

Per conoscere i giorni in cui non è possibile visitare il pueblo, le festività e ricorrenze particolari, i prezzi e gli orari di partenza dei tour (in media ogni ora), si consiglia di visitare il sito ufficiale: http://www.acomaskycity.org/main.html?pgid=29



LA QUOTA INCLUDE



  • volo internazionale
  • tasse aeroportuali (l'importo può variare fino all'emissione dei biglietti)
  • 20 pernottamenti con prima colazione (da verificare in fase di preventivo)
  • auto a noleggio con kilometraggio illimitato
  • tour all'antelope Canyon
  • biglietti degli Universal Studios
  • assicurazione spese mediche illimitate, responsabilità civile € 100.000, bagaglio € 1000, infortunio € 50.000


LA QUOTA NON INCLUDE



  • carburante, pedaggi, parcheggi
  • assicurazione annullamento (facoltativa)
  • tutto quanto non espressamente indicato in “La quota include”


Costi



Quota per persona in camera doppia da € 3000

volo + noleggio auto + 20 pernottamenti con colazione + tour Antelope Canyon + biglietti Universal Studios + assicurazione


Il tour è completamente personalizzabile.


Vuoi ricevere tutte le nostre offerte?
Iscriviti alla newsletter

Privacy

74 srl - P.IVA 04136790237 - [email protected]